Orto Botanico di Napoli, un’oasi verde nel cuore della città

L'importanza di un'area verde per combattere lo smog cittadino. Andiamo alla scoperta dell'Orto Botanico di Napoli.

Napoli in tasca
Articolo di , 01 Dic 2022
6324
Foto Shutterstock

Negli ultimi anni, c’è una forte attenzione all’ambiente. Nelle grandi città, dove il traffico è intenso e la vita è stressante, la presenza di un’area dedicata alla natura è fondamentale per combattere lo smog cittadino. A Napoli esistono diversi parchi, ma è certamente l’Orto Botanico a rappresentare  in pieno il concetto di oasi naturale.

Un luogo dove respirare aria pulita e apprendere di più su come prenderci cura del pianeta.

Ponte dell'Immacolata a Napoli: tutti gli eventi più belli in città

Orto Botanico di Napoli, un po’ di storia

L’Orto Botanico fu fondato agli inizi del XIX secolo, quando la città era sotto il dominio dei francesi.

In realtà, l’idea fu concepita da Ferdinando IV di Borbone, ma non fu attuata durante il suo regno a causa dei moti rivoluzionari. Per ordine di Giuseppe Bonaparte, fratello dell’arcinoto Napoleone, i territori adiacenti al Real Albergo dei Poveri furono espropriati alla Chiesa e destinati ad una nuova struttura, ideata come luogo di coltivazione di spezie ed erbe mediche.

All’epoca fu chiamato Real Giardino delle Piante. Oggi, grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’area di ben 12 ettari ospita ben 25.000 specie vegetali suddivise in varie sezioni, secondo alcuni criteri specifici.

Una passeggiata nella Natura

Entrando nell’Orto Botanico si ha l’impressione di essere catapultati in un altro mondo. Se, fino ad un minuto prima, il traffico di via Foria aveva provocato picchi di stress allarmanti, ecco che a contatto con l’aria profumata dagli aranceti, le mille e più specie di fiori rari e il verde che ci circonda, aiutano a rallentare il battito cardiaco e a migliorare la respirazione.

Il silenzio e i suoni della natura fanno il resto e non c’è altro da fare se non godersi la vista dei colori spettacolari e delle collezioni di piante particolari, custodite nelle serre a diverse temperature, per preservarne la freschezza e le caratteristiche. Una visita all’Orto Botanico di Napoli è anche e soprattutto un’incredibile esperienza di apprendimento.

La natura insegna

 

Foto Archivio

“Imparar puoi tante cose dai fiori” cantavano in coro le piante ad Alice, nel famoso cartone animato della Disney. All’Orto Botanico questo è possibile. Attraverso le moltissime aree tematiche possiamo apprendere quanto ogni arbusto e ogni foglia necessitino di un clima particolare o di cure specifiche, grazie alle visite guidate da docenti esperti e studenti universitari volontari.

Sono inoltre presenti alcune strutture storiche, come la Serra Merola, una costruzione recentemente restaurata, decorata con semi colonne doriche che si alternano a spettacolari porte finestre ad arco ed ospita piante tropicali provenienti da tutto il mondo. Man mano che ci avviciniamo al Real Albergo dei Poveri, possiamo ammirare la vista del Castello, dove ha sede il Museo di Etno-Botanica e Paleo- Botanica, dove possiamo scoprire l’orogine delle specie attraverso varie epoche.

Attività e iniziative all’orto Botanico di Napoli

L’Orto Botanico è meta annuale per quasi tutte le scuole di Napoli e provincia. Sia per quelle che danno ai propri alunni un’istruzione specifica, come gli istituti a indirizzo agrario, sia che vogliano sensibilizzare le nuove generazioni verso sull’ambiente e le sue problematiche. Ogni giorno, vengono organizzati itinerari per gli studenti e decine di classi, dalle elementari ai licei.

Per i più piccoli, infatti, l’associazione I Teatrini mette in scena delle fiabe con una morale che insegna ai bimbi come prendersi cura anche della più piccola pianticella.

Gli studenti più grandi partecipano a laboratori e workshop studiati appositamente per loro dai docenti universitari responsabili delle visite guidate. Numerose le manifestazioni come la Festa dell’Albero, che si tiene ogni anno in Novembre e l’evento Planta, il Giardino e non solo, una Mostra Mercato dedicata al Florovivaismo di qualità.

Un anniversario importante

 

Variante di Cycadales, Foto Pexels

Domenica 4 Dicembre 2022, l’Orto Botanico di Napoli effettuerà un’apertura straordinaria in memoria del Prof. Paolo De Luca, botanico illustre e  professore emerito dell’Ateneo.

Scomparso il 4 dicembre 2021, il professore è stato direttore della struttura dal 1981 al 2014 – anno del suo pensionamento – ed ha contribuito con i suoi studi approfonditi sulla nascita e l’evoluzione di una particolare specie di piante tropicali, le Cycadales, che ha introdotto nelle collezioni dell’Orto, ricevendo importanti riconoscimenti.

Negli ultimi anni, aveva dedicato i suoi studi alla storia della botanica ed era noto come una persona dalla mente acuta e dalla vivace ironia. L’attuale direttore, il Prof. Paolo Caputo guiderà personalmente i primi gruppi n visita in un itinerario di un’ora a partire dalle 10.00 del mattino – su prenotazione – in cui ricorderà brevemente il suo predecessore. Un’occasione da non perdere per conoscere un pezzo di storia non solo della struttura, ma delle eccellenze della città.

L’Orto Botanico di Napoli è aperto tutti i giorni e soprattutto, è gratuito. Non dobbiamo fare altro che consultare gli orari aul sito www.ortobotanico.unina.it  per immergerci in un’oasi di verde e di pace, ritrovando noi stessi e la voglia di imparare di più sulla natura. È un’occasione per imparare ad avere più rispetto per la natura, in un momento tanto critico per l’ambiente.

 

 

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...