Come essere vegani a Napoli

La nuova tendenza di oggi è quella di essere vegani, il motivo per il quale sempre più persone seguono questa nuova moda, anche se non è tra i più nobili motivi (tipo per le condizioni degli animali) è il fatto che la gente sta finalmente capendo che è più salutare. Ciao.
Stiamo finalmente uscendo dalle mentalità antiche e abbiamo modi migliori per informarci. La carne, a dispetto di quello che i nonni e i nonni dei nonni ci dicevano, non fa sempre bene, specialmente quando gli animali mangiano roba contaminata, o peggio ancora chimica.
Qualcuno potrebbe protestare dicendo che quindi nemmeno le verdure si potrebbero mangiare, la risposta come ben sapete, è si, nemmeno le verdure si potrebbero mangiare. Proprio per questo mangiare il più naturale possibile è fondamentale.
Ed è anche per questo che si stanno aprendo molti ristoranti vegetariani o vegani in giro.

Alcuni di questi, tra i più frequentati e verdi di Napoli c’è sicuramente O’Grin. Questo locale è nato proprio dalla tenacia di alcuni ragazzi del non voler soccombere alla crisi, ma anzi aprire questo take away vegano.
Il concetto e il motivo del loro successo è il fatto di puntare alle cose 100% naturali. Inoltre grazie alla sua posizione centrale (si trova appunto in via Mezzocannone, 83) è l’ideale per gli studenti che vanno di fretta, i lavoratori o i passanti, che infatti ne sono attratti anche per i prezzi bassi.
Un altro esempio di locale vegano è il Sbuccia e bevi: green fruit bistrot (via Duomo 238). A parte il nome complicato, in questo locale è possibile avere una grande varietà di cibi vegetariani. I 15 burgers vegetariani, le tortillas le zuppe ecc sono solo una piccola parte di quello che può offrire.
Anche questo locale è abbastanza piccolo, sono ideali per chi vuole mangiare a casa con calma qualcosa di preparato per bene, o per chi non ha tempo di sedersi in un ristorante, ma l’alternativa c’è se volete proprio un ristorante, il Sapore Antico, in via Pigna 157. Questo ristorante è a conduzione familiare con prodotti a kilometro zero.
Il posto offre anche un giardino, parcheggio, sala ricevimenti, gazebo e terrazza, quindi se avete in programma qualche festa vegetariana è ottimo, ma anche per chi ha intolleranze particolari o i celiaci, il menu è personalizzabile.
Sempre parlando di ristoranti c’è Semi di sole, questo ristorante macrobiotico e bio vegetariano è anche un’associazione culturale che offre inoltre corsi di cucina vegana, il tutto secondo la filosofia dello yin-yang. Il locale si trova in via Giuseppe Martucci, 8.
Un Sorriso integrale invece, in vico San Pietro a Majella 6,è un ristorante che si sviluppa su due piani ed ha un menu, che come altri ristoranti che seguono lo stile vegetariano/vegano, cambia con la stagione. Questo per rendere il cibo ancora più salutare e genuino.
Con i locali e ristoranti ci fermiamo qua, non perché gli altri non ci piacciano, anzi se avete suggerimenti lasciateceli nei commenti, noi ci fermiamo semplicemente per una questione di spazio e perchè c’è venuta fame.
Se vi state avvicinando per la prima volta allo stile di vita vegano, credetemi che non tornerete più indietro. Non solo perché le pietanze sono davvero buone e c’è poca differenza di gusto, spesso si preferisce proprio l’hamburger vegano a quello di carne, ma perché vi sentirete anche più energici, leggeri e sani.
Parola di vegana.
E non è vero che bruchiamo solo erba! Muuuu!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu