Il cardone di Benevento, una zuppa super gustosa!

Maddalena Sorbino

Una pietanza molto particolare e che scalda l’anima e il corpo è sicuramente il Cardone di Benevento. Questa pietanza appartiene alla tradizione povera ed ha origini umili.

Questo freddo inverno non sembra voler giungere al termine e di questi tempi non c’è cosa migliore che preparare una bella ricetta dal cuore caldo.

Una pietanza particolare e che scalda l’anima e il corpo è sicuramente il Cardone di Benevento. Questa pietanza appartiene alla tradizione povera ed ha umili origini. Tuttavia, esistono anche altre due varianti: quella abruzzese e quella molisana.

A Benevento questa ricetta riprende l’idea del consommè e protagonista indiscusso sono i cardi, dai quali essa prende il nome.

Tuttavia, poiché questo genere di verdura è particolarmente amara, si tende ad iniziare a cucinarla il giorno prima, in modo tale da farle perdere gran parte del gusto amarognolo.

Ma vedrete, ne varrà la pena. Il cardo è un ortaggio ricco di proprietà ideali per la salute del corpo. Inoltre, presenta disparati valori nutrizionali che lo rendono un alimento perfetto per la dieta. Contiene infatti pochissime calorie e moltissimi minerali ed è adatto a chiunque voglia seguire un regime alimentare ipocalorico.

Ma il suo uso in cucina non si limita solo alla preparazione delle minestre. È infatti molto conosciuto per le sue qualità depurative e per l’azione tonificante nei confronti del fegato. Ciò è dovuto alla sibilina, composto utile per l’eliminazione delle tossine in eccesso.

 

Ma vediamo insieme come cucinare questa bontà di facile difficoltà ma dalla lunga durata.

 

Ingredienti

 

  • 1 kg di cardi
  • 1 kg di pollo
  • brodo di pollo
  • 500 gr. di macinato di vitello
  • 30 gr. di pangrattato
  • 5 uova
  • 80 gr. di parmigiano grattugiato
  • Sale e pepe quanto basta

 

Preparazione

 

Innanzitutto, possibilmente il giorno prima, prendete i cardi ed eliminate le cime. Spellate poi, con un pelapatate, le coste nella parte più tenera e tagliateli a pezzetti. Riponeteli, successivamente, in una ciotola con acqua e limone. Dopo due ore di attesa, lessate i cardi per circa 20 minuti. Dovranno risultare belli teneri. Scolate e ponete il tutto in acqua fredda. Quest’acqua dovrà essere cambiata almeno quattro o cinque volte: questo procedimento servirà a rendere la pietanza meno amarostica (per questo si prepara un giorno prima!).

Preparate, allora, il brodo di pollo. Mentre questo si cuocerà, procedete con la preparazione delle polpettine. In una scodella ampia inserite la carne macinata, il sale e il pepe, il parmigiano (20 gr, circa) e il pangrattato. Unite anche un uovo e mischiate bene il composto. Otterrete un impasto omogeneo dal quale estrarre delle piccole per le polpette. Tenetele in frigo e, quando sarà pronto il brodo, estraetevi il pollo e cuocete le polpette in quest’ultimo per un tempo totale di circa 15 minuti.

Successivamente inserite i cardi ben scolati e portate a cottura per altri 20 minuti circa.

Nel frattempo, sfilacciate il pollo che avete utilizzato per la cottura del brodo di pollo e unite anche queste striscioline sottili al tutto.

Sbattete in una ciotola le uova che vi sono rimaste e mescolate con parmigiano, sale e pepe.

Amalgamate bene e versate anche questo contenuto nel brodo. Cuocete ancora per 10 minuti avendo l’accortezza di miscelare con cura costantemente.

 

Quando sarà pronto, servitelo ancora molto caldo e accompagnate le vostre giornate fredde con questa specialità campana!

 

Foto: Anteprima24



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu