A Napoli un bunker antiaereo diventa galleria d’arte

A Napoli un bunker antiaereo diventa galleria d’arte
Vota questo articolo

A pochi passi da via Toledo, al centro di Largo Baracche troviamo l’ingresso di una galleria d’arte con una storia originale quanto le opere che ospita, infatti la galleria ha meno di 10 anni. L’inaugurazione è avvenuta nel 2006, prima di allora il museo aveva avuto degli utilizzi poco pacifici e tutt’altro che intellettuali.

Durante le guerre il museo è stato utilizzato come bunker antiaereo, successivamente, in tempi di pace, 200 metri quadrati di gallerie sono stati utilizzati dalla malavita locale come deposito dei propri bottini illeciti. La liberazione del bunker, a cui ha fatto seguito l’instaurazione del museo, è avvenuta nel 2001. I lavori di ristrutturazione e di riqualificazione hanno dato un nuovo volto a quest’ex bunker rendendolo un luogo artisticamente apprezzabile. Il progetto ha interessato anche la piazza dove è situato il museo, regalando una ventata di novità a quest’area dei quartieri spagnoli. L’illuminazione, l’imbiancamento delle galleria e la realizzazione di una scala che conduce al bunker hanno reso le gallerie facilmente esplorabili.

La galleria di Largo Baracche in pochi anni è divenuta uno spazio culturale attivo che ospita eventi artistici, teatrali, workshop e una rassegna cinematografica organizzata e promossa da un’associazione artistica locale.

La cultura è il miglior strumento per combattere la guerra e la criminalità e questa galleria d’arte lo dimostra.



Comments to A Napoli un bunker antiaereo diventa galleria d’arte

  • Welcome to WordPress. This is your first post. [[” ] Edit or delete it, then start blogging!

    google 12 dicembre 2014 23:03 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu