Ospedale Luigi Vanvitelli di Napoli, operazione rivoluzionaria salva una donna di 73 anni

Al Luigi Vanvitelli di Napoli si salva la vita ad una donna di 73 anni con intervento rivoluzionario!

News
Articolo di , 14 Mag 2024
200

Un’operazione eccezionale è stata eseguita dall’unità operativa complessa di Chirurgia Toracica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli di Napoli, salvando una donna di 73 anni da una gravissima insufficienza respiratoria. La causa era un tumore che bloccava completamente il lume della trachea, mettendo la paziente a rischio di soffocamento imminente.

Un intervento senza precedenti dal successo straordinario

Il professor Alfonso Fiorelli, direttore della Chirurgia Toracica, ha sottolineato l’urgenza dell’intervento: «Se non avessimo rimosso rapidamente il tumore, la paziente sarebbe morta soffocata». La situazione era resa ancora più complessa dal fatto che la donna aveva subito l’asportazione del polmone sinistro cinque anni prima a causa di un’altra neoplasia. Questo significava che l’unico polmone rimasto poteva non essere sufficiente per mantenere adeguati livelli di ossigenazione del sangue durante l’operazione.

Riapre lo Stadio Collana al Vomero: l'inaugurazione oggi lunedì 13 maggio

Per affrontare questa sfida, è stato necessario pianificare un intervento innovativo che ha coinvolto diverse specialità mediche all’interno dell’ospedale. La Cardiochirurgia, guidata dalla professoressa Marisa De Feo, la Pneumologia, diretta dal professor Andrea Bianco, e l’Anestesia, sotto la guida della professoressa Maria Caterina Pace, hanno collaborato strettamente sotto il coordinamento del professor Ludovico Docimo, direttore del dipartimento Medico-Chirurgico ad Alta Specialità. La dottoressa Diana Mancino ha coordinato l’attività infermieristica operatoria, mentre il professor Ferraro ha supervisionato le fasi anestesiologiche dell’intervento.

Un elemento chiave dell’operazione è stato l’uso del sistema ECMO (ossigenazione extracorporea a membrana), che ha reso possibile l’asportazione endoscopica del tumore con il laser. Il professor Fiorelli ha spiegato: «L’ECMO supporta le funzioni vitali attraverso la circolazione extracorporea, migliorando l’ossigenazione del sangue, riducendo i livelli di anidride carbonica, incrementando la gittata cardiaca e regolando la temperatura corporea».

Grazie a questo approccio multidisciplinare e all’uso di tecnologie avanzate, l’intervento è stato eseguito con successo, salvando la vita della paziente. Questo caso rappresenta un notevole progresso nella chirurgia toracica e dimostra l’alto livello di competenza medica raggiunto dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli di Napoli.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...