Napoli prende l’energia dalle onde del mare

Il futuro non è roseo ma sempre più Green!
Arriva nel porto di Napoli, la prima diga che cattura le onde del mare e le trasforma in pura energia.

Il futuro non è roseo ma sempre più Green!
Arriva nel porto di Napoli, la prima diga che cattura le onde del mare e le trasforma in pura energia.
Niente di più bello che sostenere e investire sempre di più sulle energie rinnovabili, per questo l’idea appena attuata nel porto di Partenope, verrà tenuta sotto controllo dagli occhi curiosi di chi, in altre città europee, potrebbe riutilizzare il progetto in terra propria.

Napoli prende l’energia dalle onde del mare grazie a questo primo impianto, dal nome “Dimemo” realizzato presso il molo San Vincenzo, l’antica diga sopraflutto del porto. Il progetto, finanziato dal Miur, con responsabile Pasquale Contestabile, è stato portato a conclusione in questi primi giorni di gennaio 2016.
Preparato il prototipo, sarà la Seconda Università di Napoli con il professor Diego Vicinanza a monitorarne le attività, aiutando lo studio e la sperimentazione al fine di portare eventuali migliorie al progetto.

Il moto ondoso nel porto di una città sempre baciata dal Sole, è sufficiente a generare energia pulita per alimentare la città. Ed è per questo che città più ventilate, esposte ad un moto più significativo del mare, potrebbe trarre davvero grossi benefici dall’impianto Dimemo, soprattutto per chi si affaccia nell’Atlantico e nel mar Baltico.

I siti successivi saranno la costa ovest della Sardegna e ovest-sud-ovest della Sicilia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu