Mannà a accattà ‘o ppepe: storia e significato di un simpatico modo di dire

Vi hanno mai mannato a accattare 'o ppepe?

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 19 Mag 2023
2489

La lingua napoletana, così come la città che le ha dato i natali, è una lingua molto particolare e niente affatto sostituibile.
Si tratta di un codice al quale i cittadini napoletani tengono particolarmente e del quale vanno ampiamente fieri. Questa situazione è dovuta all’amore che nutrono per la propria terra d’appartenenza e al fatto che sono gli stessi partenopei a essere gli artefici e i protettori di un dialetto tanto noto e quanto notevole. I napoletani hanno infatti lavorato molto a questa lingua nel corso degli anni. E hanno continuato a tenerla in vita, facendola evolvere di pari passo con l’evoluzione della società e della città, di pari passo con gli avvenimenti che si accavallano e si sovrappongono. E non hanno mai dimenticato di preservare tutto ciò che c’è stato in precedenza, concedendo alla storia del capoluogo campano un’importanza notevole. E le hanno regalato una trasmissione mai interrotta nei secoli.

Il dialetto in questione è ricco di modi di dire, le cui maternità sono incredibilmente diverse.
Tra questi figura Mannà a accattà ‘o ppepe.

"Tene' a serpe dint' 'o manecone", alla scoperta di un magico modo di dire napoletano

Mannà a accattà ‘o ppepe, il significato

L’espressione mannà a accattà ‘o ppepe significa letteralmente mandare a comprare il pepe.
È di facile intuizione che questa frase non si estingua nella necessità di ottenere tale spezia per mano di terzi. La si utilizza in realtà per esprimere un sottinteso celato.
La natalità e la motivazione di questo modo di dire sono da ricercare nel passato lontano.

Quando le famiglie erano numerose e brulicavano di figli, piccoli o meno, i genitori solevano utilizzare delle irrisorie scuse per “liberarsi” della loro presenza per qualche minuto. Ed ecco che l’utile si mescolava al dilettevole. Venivano commissionate alla prole piccole mansioni. I fanciulli perciò lasciavano l’appartamento familiare per occuparsi di questa o di quella faccenda, lasciando gli adulti alle loro, di faccende, e concedendogli la libertà di respirare un attimo senza la presenza di tante voci a demandare la loro attenzione.

Perciò diventava fondamentale l’acquisto del pepe, o di altri piccoli oggetti di uso familiare.

Con gli anni, tale pratica è divenuta famosa e si è costruito perciò attorno a questa usanza una sorta di leggenda conosciuta e preservata ancora oggi. Questa espressione ha subito così un’estensione di significato e di utilizzo. Ormai, infatti, chiunque può essere spinto ad andare a comprare il pepe, a tutte le età e in ogni occasione possibile. Ciò accade oggi quando un individuo cerca di liberarsi di un altro. E, ancora, quando si cerca di sviare da un discorso con una scusa banale.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...