Malika Ayane agli studenti della Federico II: “Studiate tantissimo e fate quello che vi piace”

L'artista, ospite alla Federico II per le celebrazioni degli 800 anni dell'Ateneo, ha parlato agli studenti prima di esibirsi in concerto in piazza del Gesù.

News
Articolo di , 05 Giu 2024
232
Foto ufficio stampa Federico II

Malika Ayane a San Marcellino con gli studenti federiciani. L’artista milanese è stata la protagonista del secondo appuntamento della settimana ‘clou’ delle celebrazioni per gli 800 anni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, nonché la voce del tradizionale concerto che l’Ateneo ha offerto alla città per il suo ‘compleanno’, che si è svolto nella serata di martedì 4 giugno in piazza del Gesù.

Malika agli studenti federiciani: “Studiate, vi porterà lontano”

Ad accogliere la cantante nelle aule universitarie è stata la prorettrice della Federico II, Rita Mastrullo: “Grazie per aver accettato il nostro invito ad essere la voce degli 800 anni della nostra Università – ha esordito Mastrullo – in occasione del concerto aperto alla città che vuole essere simbolico del rapporto stretto che c’è tra l’Ateneo e Napoli. La nostra Università e la città sono cresciute insieme in questi 800 anni e il concerto è un omaggio al sentimento esistente tra la Federico II e Napoli e farlo con te quest’anno ci onora”.

Antonio Conte e De Laurentiis, la prima foto insieme a cena

“Per me è davvero un privilegio essere qui per questa data così importante – ha risposto l’artista -, non mi sento un ospite d’onore, ma una turista privilegiata ed è un lusso grandissimo. Il concerto di stasera sarà caldo, solo pianoforte, basso e batteria, niente di troppo grande. Vincerà la cantabilità”.

Nel corso della chiacchierata con Pier Luigi Razzano, coordinatore delle attività di F2 Radio Lab, il laboratorio radiofonico dell’Ateneo, Malika ha raccontato degli inizi della sua carriera, del suo approccio alla scrittura delle canzoni e di come questo è cambiato rispetto alle aspettative degli altri. “Essere un enfant prodige mi ha dato la possibilità di conoscere i grandissimi della musica italiana – ha raccontato – e ho la fortuna di poterli chiamare quando sono in crisi. Mi hanno insegnato che il ‘sold out’ è un incidente di percorso e che la vita è fatta dei famosi ‘sotto’ e quanto meglio imparate a respirare, quel sotto poi farà uscire delle cose bellissime”.

Rivolgendosi direttamente agli studenti, Malika ha dato loro un consiglio prezioso: “Studiate tantissimo, vi porterà lontano e fate quello che vi piace. Se riuscite a fare per lavoro quello che vi appassiona, allora sarete le persone più fortunate al mondo“.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...