“L’oro di Napoli”, la pellicola del ’54 in preapertura all’81esima mostra del Cinema alla Biennale di Venezia

In onore dei 50 anni dalla scomparsa di Vittorio De Sica, sarà uno dei suoi capolavori, "L'oro di Napoli", a dare il via alla mostra del Cinema.

Arte e Cultura
Articolo di , 18 Giu 2024
208
Sophia Loren in una scena del film

In onore dei 50 anni dalla scomparsa di Vittorio de Sica, sarà il suo classico “L’oro di Napoli” (1954) con Eduardo De Filippo, Sophia Loren, Silvana Mangano, Paolo Stoppa e Totò, il film di Preapertura dell’81esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica alla Biennale di Venezia. Il film sarà proiettato, restaurato in 4k, martedì 27 agosto 2024.

Napoli protagonista a Venezia con la storica pellicola “L’oro di Napoli”

L’oro di Napoli, pellicola del ’54 che rientra nel programma di Venezia Classici dell’81esima Mostra, che si svolgerà tra il 28 agosto e il 7 settembre 2024, sarà presentato in preapertura all’evento il 27 agosto in Sala Darsena al Lido di Venezia, alle ore 21.00. Il film potrà essere ammirato nella versione restaurata digitale 4K a cura di Cinecittà per iniziativa della Filmauro Srl di Aurelio e Luigi De Laurentiis, a partire dal negativo scena 35mm e dal negativo colonne ottiche 35mm mono, e con la supervisione artistica di Andrea De Sica.

Giugno giovani 2024, a Napoli un mese intero di eventi dedicati ai giovani

Si tratta di un film a episodi del 1954, diretto da Vittorio De Sica, che racconta uno spaccato del dopoguerra partenopeo e la miseria della popolazione. Tra gli attori protagonisti spiccano Sophia Loren, Totò e Eduardo De Filippo. Lo stesso Vittorio De Sica ha recitato in uno dei sei episodi.

Gli episodi del film

  1. Il guappo: nel primo episodio si assiste alla pietosa storia di sopraffazione del guappo del quartiere, Don Saverio, detto il Pazzariello, interpretato da Totò. Don Saverio è vittima della prepotenza di Don Carmine, che dopo la morte della moglie ha deciso di approfittare di Saverio e dormire a casa sua. Il Pazzariello, in un impeto di orgoglio e di dignità, caccia il guappo da casa propria per tornare a vivere serenamente insieme alla sua famiglia.
  2. Pizze a credito: secondo e altro famoso episodio del film. Sophia Loren è qui la bellissima Sofia, una pizzaiola, sposata con un uomo decisamente più brutto di lei. Sofia tradisce il marito e tutto il quartiere sembra esserne a conoscenza. La donna perde poi l’anello che entra nelle mani dell’amante, ma con una mossa inaspettata la donna rientra in possesso dell’oggetto.
  3. Il funeralino: sicuramente l’episodio più drammatico di tutto il film. Una donna ha perso suo figlio piccolo, e un corteo funebre si sposta per la città: giungerà sul lungomare, dove verranno gettati confetti in segno di commemorazione.
  4. I giocatori: Il Conte Prospero, interpretato da Vittorio de Sica, è un nobile napoletano soffocato dalla ricca e brutta moglie, che lo ha fatto interdire a causa del suo vizio del gioco. L’uomo cerca la sua rivincita in lunghe partite a carte con Gennarino, il figlio del portiere, un bambino di otto anni che continua a batterlo a scopa e contro il quale si gioca tutto, persino i suoi indumenti.
  5. Teresa: Interpretata da Silvana Magnano, Teresa è una prostituta romana dal buon cuore e dalla vita difficile. Un giorno, si sposerà con un uomo bello e ricco, ma l’uomo l’ha sposata solo per “riparare la sua immagine”, perché in passato una ragazza si suicidò, in quanto rifiutata da lui. Teresa inizialmente è indignata, ma poi ritorna da lui: sa che solo con questo matrimonio di convenienza la sua vita acquisirà un po’ di stabilità.
  6. Il professore: episodio simbolo della “napoletanità”. Don Ersilio Miccio, interpretato da Eduardo de Filippo, per pochi spiccioli dà consigli risolutivi a fidanzati gelosi, militari innamorati e parrocchiani in cerca di una frase a effetto. Ma il problema del quartiere è come punire lo spocchioso nobile del luogo: un semplice pernacchio risolverà il tutto.

Vittorio De Sica in una scena del film

Totò in una scena del film

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...