A Supponta, una tradizione familiare napoletana ancora in piedi

Alla scoperta di una tradizione napoletana che riguarda la famiglia

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 07 Ott 2021
17865

La regione Campania è dotata di una serie di tradizioni incredibilmente peculiari.
Si tratta di usi e costumi che si tramandano da tempi antichi di famiglia in famiglia, da membro a membro, per far sì che non se ne disperda l’abitudine e che la tradizione prosegua di generazione in generazione.
Ciò avviene per non far snaturare la cultura del posto, permettendo a quest’ultimo di restare immutato e di preservare e di conservare le sue caratteristiche di peculiarità, che lo rendono unico, distaccandolo dal resto del mondo.

La supponta

Una delle tradizioni maggiormente note e diffuse nel napoletano e in tutta la Campania è quella della supponta.
La supponta è un’abitudine tipicamente familiare, la quale riguarda perciò lo stretto nucleo familiare e la discendenza che si crea al suo interno.

Gli eventi del weekend 8-10 ottobre 2021 a Napoli e dintorni

L’etimologia della supponta

La parola supponta pare derivare dal latino volgare sub-punctare, il cui significato equivale a suppontare, vale a dire porre a sostegno una punta. In napoletano perciò supponta, anche sopponta e sepponta, significa sostegno, rafforzo.

Mettere la supponta

Quando si parla di mettere la supponta, perciò, si parla di porre un rafforzativo, un sostegno.
Di conseguenza, nelle famiglie, quando si mette una supponta si rafforza il legame esistente mediante, appunto, la supponta.
La supponta familiare è infatti il nome che un membro della famiglia dà a suo figlio o a sua figlia, prendendolo direttamente dai suoi genitori. Dare a un nascituro il nome del papà del genitore di quest’ultimo significa suppontarlo, così come si mette la supponta alla nonna quando si dà il suo nome alla bambina appena nata.

Di norma, quando una coppia si sposa e vuole seguire questa tradizione, tende a dare ai bambini prima i nomi dei nonni paterni, poi quelli dei nonni materni e in seguito quelli degli zii. Lo stesso accade quando un familiare viene a mancare mentre una gravidanza è in corso. Anche in questo caso la supponta ha le stesse motivazioni: far andare avanti la stirpe e i nomi di quest’ultima, omaggiando la persona mediante il suo nome.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...