Napoli: incidente linea 1 Metropolitana, stop a tempo indeterminato

Valentina Cosentino

 

A seguito dell’incidente ferroviario avvenuto questa mattina ANM ha annunciato che al momento è sospeso a tempo indeterminato. Per far fronte alle esigenze dei cittadini sono state potenziate le le linee su gomma, in particolare: a: 139 (Cardarelli – Dante), 168 (Frullone – Dante), 604 (Cardarelli – Dante), R2 ( Brin – Trieste e Trento), R5 (Brin – Scampia).

 

L’azienda suggerisce inoltre alcuni percorsi alternativi.

  • Da PISCINOLA per COLLI AMINEI: R5 fino a Carlo IIII ed interscambiare con 147 o 184 o 182 fino al Museo ed utilizzare la linea 604.
  • DA PISCINOLA per VOMERO: R5 fino a Garibaldi oppure la linea bus 178 in piazza TAFURI fino al Museo ed utilizzare la linea 139
  • Da GARIBALDI al VOMERO: R2 fino a piazza Trieste e Trento e la funicolare Centrale a piazzetta Augusteo.
  • Da GARIBALDI al CARDARELLI/ POLICLINICO: metro linea 2 fino a Cavour, recarsi alla fermata di via Costantinopoli e utilizzare le linee bus 139 e 604 OPPURE R5 fino a Carlo IIII ed interscambiare con 147 o 184 o 182 fino al Museo ed utilizzare la linea 604
  • Da FUORIGROTTA al POLICLINICO 181 fino a Medaglie d’Oro e li utilizza la C44 o 139
  • Dal POLICLINICO a GARIBALDI 604 fino a Museo e servirsi della metro linea 2
  • Dal VOMERO per CHIAIANO: C44 da via Niutta fino al Cardarelli e lì la 165 fino a Chiaiano.

Aggiornamenti sulle modalità dell’incidente

Si cercano intanto di chiarire i motivi che hanno determinato l’incidente. Sono in corso le indagini dei Carabinieri che hanno appunto disposto la chiusura dell’area e sospeso la circolazione fino al termine delle indagini.

 

L’attività investigativa, coordinata dalla Procura di Napoli, dovrà stabilire se si è trattato effettivamente di errore unano, come si era supposto già dalle prime ore (mancato rispetto di un semaforo rosso), o di un incidente dovuto alla manutenzione dei binari.

 

Questa seconda ipotesi è al vaglio degli inquirenti perché la scorsa notte sono stati eseguiti dei lavori con un vecchia motrice a gasolio proprio in quell’area. Sembrerebbe, dunque, che l’incidente sia avvenuto per le difficoltà in frenata dei treni che sarebbero “scivolati” sui residui oleosi lasciati sui binari dalla motrice.

(fonte Il Mattino)

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu