Mannaggia a cardarella: significato e origine dell’espressione napoletana

Napoletanità
Articolo di , 08 Mar 2021

 

La Campania è una terra piena di ricchezze. E come la regione lo è anche la sua lingua. La lingua napoletana accoglie infatti al suo interno un vocabolario vasto in una maniera davvero sproporzionata. Per riferirsi a un singolo oggetto infatti, esistono innumerevoli modi e con essi innumerevoli termini. Questi ultimi risultano sinonimi tra loro, ma al contempo si differenziano l’uno dall’altro grazie a mille sfaccettature.
Partendo da questi poi, si creano un numero straordinariamente grande di modi di dire. La Campania infatti ama i modi di dire. Rappresentano per essa aggregazione, senso di appartenenza e patria. Pronunciarne uno dell’infinita vastità esistente difatti, comporta fidarsi della comprensione dei propri interlocutori, in un’ottica in cui l’espressione rappresenta un codice facilmente identificabile.

La lingua e la fede

Sebbene in regione si sia notoriamente molto coloriti, si fa sempre attenzione alle parole pronunciabili e a quelle da evitare. La Campania è infatti un posto nel quale la fede è particolarmente presente, per cui c’è bisogno di un equilibrio tra colore e religiosità. Questo equilibrio non stenta non solo a esistere, ma anche a manifestarsi ampiamente. Quando c’è bisogno di sfogarsi tramite le parole per un fatto accaduto poco piacevole, i campani hanno una vasta scelta di espressioni tra le quali scegliere mentalmente senza incappare in alcun aspetto mistico.

Mannaggia

Mannaggia dà il via a una corposa lista di espressioni che in regione si è soliti pronunciare quando c’è bisogno di uno sfogo. Il termine deriva nello specifico da “male ne aggia”. Il significato delle tre parole equivale a “possa succedergli qualcosa di negativo”. E le espressioni che da essa nascono sono molteplici e differenziate in quanto molteplici e differenziati sono i soggetti e gli oggetti a cui si decide di riferirsi in quel particolare momento della propria vita. Una tra le imprecazioni più note e utilizzate risulta “Mannaggia ô Pataturco”, assurdamente presente nel quotidiano. La segue a ruota per rinomanza e uso “Mannaggia Sacripante”, assieme al sempreverde “Mannaggia Bubbà”.

Mannaggia a cardarella

Accompagna “mannaggia” anche un oggetto, tra gli altri. Si tratta della cardarella, un utensile da lavoro. La cardarella è un contenitore di metallo con due manici, utilizzato nei cantieri dagli operai edili, dai carpentieri e da chiunque ne necessiti per mescolare materiali. L’espressione è utilizzata soprattutto in quel di Pozzuoli, ma è nota in tutta la regione, nella quale è largamente utilizzata. “Mannaggia a cardarella” è stata portata alla ribalta da Biagio Izzo, che ne ha fatto uso nella commedia “Guardami Guardami”. La cardarella è quindi uscita dai suoi confini lavorativi, in quanto l’espressione non si limita più a imprecare contro situazioni lavorative, ma espande i suoi orizzonti per essere utilizzata in maniera catartica per qualsiasi circostanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...