La Torre degli Incurabili a Giugliano: architettura esoterica e fantasmi d’amore

Annunziata Buggio
La Torre degli Incurabili a Giugliano: architettura esoterica e fantasmi d’amore
Vota questo articolo

La Torre degli Incurabili a Giugliano di Napoli, si nota per la sua architettura insolita di forma piramidale su cui insistono molte leggende: echi del passato narrano di un ex mulino, lazzaretto e manicomio dove aleggiano fantasmi.

La Torre degli Incurabili a Giugliano è un’architettura bizzarra, dall’aspetto fatiscente identificata come un vecchio mulino dai residenti della zona, su cui pende un certo alone sinistro, frutto di storie e leggende metropolitane. Perchè chiamata degli Incurabili?

 

Ci troviamo a Giugliano in Campania in provincia di Napoli, terzo comune della regione densamente popolato e comune più popoloso d’Italia, luogo ricco di bellezze culturali; eppure qualcosa di inspiegabile attira l’attenzione ogni qual volta si percorre la strada nelle vicinanze del parco acquatico Magic World, in zona Campi Flegrei.

 

Si tratta di un’insolita costruzione di forma piramidale con la base ottagonale che farebbe presupporre un legame con l’architettura esoterica di stampo seicentesco; evocazioni personaggi misteriosi quali protagonisti di una storia leggendaria avvolta nella memoria del tempo, ai piedi della Torre degli Incurabili.

In realtà, attraverso una documentazione storica si è giunti a scoprire qualcosa in più: una prima ipotesi accreditata è che questa torre, sia in realtà un mulino (si scorge un perno su cui era montata una pala a quattro) vista l’alta concentrazione a vocazione agricola del territorio fino agli inizi del secolo scorso.

 

In un’altra documentazione del 1700 si fa riferimento alla torre impiegata come Lazzaretto per gli ammalati di peste, se si considerano le gravi epidemie che decimarono duramente la popolazione napoletana tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo; ecco spiegata la denominazione «Incurabili» un rimando all’Ospedale degli Incurabili di Napoli.

 

La Torre-Lazzaretto successivamente fu destinata quale funzione di centro di igiene mentale per curare i pazzie e le forme di isteria. Da ciò che si apprende, sappiamo che questo luogo ha ospitato storie e avvenimenti dolorosi per cui è naturale credere che ci sia un’alta concentrazione di fantasmi e spiriti infelici.

 

Il mistero che alimenta dubbi, inchiodando un team di studiosi è sicuramente la sua architettura ambigua: è possibile che dietro l’apparenza formale di un mulino, si possa celare un messaggio esoterico? Non ci sono conferme ma gli elementi che fanno supporre un legame con l’architettura esoterica sono evidenti nella forma piramidale a pianta ottagonale, dove la presenza costante di numeri e proporzioni in chiave simbolica, rimandano ad una specifica lettura occulta.

 

In attesa di nuove prove a riguardo, la  continua a mietere curiosità e un certo alone sinistro, causato dalle sue tante leggende metropolitane…

Chi sono i fantasmi d’amore?

 

Fra le tante leggende popolari che aleggiano attorno alla Torre degli Incurabili, c’è la preziosa e celebre testimonianza di un cacciatore che ha sempre dichiarato di aver visto un fantasma, pur ignorando le storie che circolavano sul luogo.

Era una notte come tante e il cacciatore stava percorrendo la strada che giungeva davanti alla Torre, quando ebbe la sensazione di essere seguito; in un primo avviso pensò che un uomo lo stesse pedinando ma poi quando si volse per capire chi fosse, vide con grande stupore la sagoma di una donna.

 

L’inseguimento ambiguo con un filo di terrore, durò circa dieci minuti fin quando il cacciatore arrivò ai piedi della Torre degli Incurabili; udì il rumore dei passi della donna che si interruppero bruscamente per tramutarsi in un battito d’ali di un enorme uccello che si librava in volo. Attonito e intimorito si guardò attorno per capire dov’era finita sia la donna che l’animale ma di loro nessuna traccia. Quella sequenza è ancora scolpita nella mente dell’uomo a seguito poi di altre testimonianze.

 

Alcune persone del posto riferiscono altre leggende e storie di fantasmi: secondo i racconti popolari, il grande uccello che appare nel cuore della notte nei pressi della Torre è lo spirito di una donna che qualche secolo fa abitava nel mulino e vaga in cerca di compagnia, di un amante con cui consolarsi. Altre voci suggeriscono che l’uccello dalle ali spiegate sia lo spirito del marito che apparirebbe per impedire che qualcuno possa intrecciare «relazioni pericolose» con la misteriosa donna e preservare il suo amore; una specie di Lady Hake versione maschile.

 

La Torre degli Incurabili, nonostante il suo nome, non potrà guarire il mal d’amore degli spiriti ma potrà curare l’ansia di chi spera di trovare nuove risposte su questa torre leggendaria.

FONTE: http://mysterioustour.it/mistero/torre-degli-incurabili/



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu