Capatoast: 25 modi diversi di fare il toast a Napoli

Dove mangiare
Articolo di , 07 Mag 2015

I take away sono diventati il luogo preferito dove prendere il cibo, per varie ragioni: sono economici, sono veloci, sono di facile reperibilità perché si trovano praticamente ovunque, e sono ideali per chi non ha troppo tempo per la pausa pranzo o mentre corre da un posto ad un altro.
A Napoli si trovano ovunque i take away per le pizze, per chi è vegano, kebab, fritti, praticamente qualsiasi cosa e anche pasti super elaborati. A volte però, e soprattutto ora che è estate, i pasti troppo elaborati o pesanti non ci vanno, ma abbiamo ancora bisogno di mangiare.
Che ne dite quindi del caro vecchio toast?
Potrete pensare che non sia poi chissà quale novità, ma in realtà Capatoast è il primo take away dedicato ai toast in Italia, e si trova in zona vomero, in via Bernini 64.
Essendo dedicato esclusivamente ai toast ha una grandissima varietà di ingredienti e di scelte che è possibile fare. Rivoluzionerà il vostro concetto di toast, che non sarà più associato all’immagine di quello squallido alimento, triste e solitario in alcune macchinette che trovate alla stazione o in aereoporto, e non “odorerà” nemmeno lontanamente di quello che servono in aereo, né assomiglierà a quello sottovuoto che trovate nel supermercato in zona banchi frigo, eccessivamente frequentati in estate.
La scelta poi è quella che fa la differenza, perché dal classico toast per il pranzo/cena/HoFame, quindi con prosciutto, salame, formaggi eccetera, si può anche scegliere quello per la colazone/merenda/HoAncoraFame, cioè con marmellate, creme, nutella.
Mmmmm … c’è ancora qualcuno che sta leggendo o siete già andati a mangiare?
Per quelli che stanno ancora leggendo, il che significa che non siete ancora pienamente convinti, ve ne consigliamo un paio, giusto per fare invidia alle vostre papille gustative.
Hot Toast è composto da wrustel, cheddar, maionese e ketchup. Soave: cotto di Praga, fiordilatte dei Monti Lattari, insalata. Boscaiolo: cotto, funghi, salsa di tartufo, fiordilatte dei Monti Lattari.
Ma c’è anche il Dietetico (tacchino, stracchino, insalata) o il Palestrato (bresaola, philadelphia light, insalata), quello con la parmigiana di melanzane (chiamato Irresistibile), poi l’American Toast e il Buong… aspettate! Non ho finito! Il BUONGUSTAIOO000ooooo…… troppo tardi.. sono andati tutti via ad assaggiarli.
Almeno fateci sapere quale avete scelto e cosa ne pensate!

cataost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...