‘O Ruoto ‘o Furno: l’agnello al forno napoletano

Cucina
Articolo di , 03 Apr 2021

Pasqua si avvicina e se nel menù del pranzo della domenica trovi menzionato ‘o ruoto ‘o furno vuol dire due cose: che sei a Napoli e che avrai il piacere di gustare un secondo a base di pezzi di agnello cotti al forno con patate, pomodoro, cipolle e piselli, portata tipica del pranzo partenopeo di Pasqua.

 

‘O ruoto ‘o furno, italianamente conosciuto come “il tegame al forno”, prende il nome proprio dal tegame in cui viene cucinato.

 

È un piatto indimenticabile che si cucina anche in altre occasioni speciali. Sostituendo il capretto con della carne di manzo o di vitello, si può cucinare ad esempio per la domenica in famiglia, durante tutto l’anno.

 

‘O ruoto ‘o furno è un pranzo completo, giacché in sé racchiude gli ingredienti per ben tre portate: il secondo, il contorno e…il primo! Con il saporitissimo sughetto, infatti, puoi condire i mezzanelli o gli ziti spezzati, formati di pasta tradizionalmente napoletani, e poi farci la scarpetta con un bel pezzo di pane cafone.

 

La preparazione del ruoto ‘o furno, come i suoi ingredienti, è semplice e non prevede dosi fisse.

 

Ecco come prepararlo:

 

Ingredienti

500 g di carne di agnello

4-5 patate

1/2 cipolla

uno spicchio di aglio

una manciata di piselli (io uso quelli surgelati)

un cucchiaio di polpa di pomodoro

sale, pepe, olio q. b

2 cucchiai di grana grattugiato

acqua q. b

vino bianco q. b

 

Preparazione

Per smorzare l’odore e il sapore forte dell’agnello e renderne la carne più tenera e gustosa, inizia con la marinatura: metti la carne dell’agnello in una terrina capiente con del vino bianco, lo spicchio d’aglio in camicia, del pepe e un filo di olio. Lasciala così a marinare in frigo per un paio di ore o, se preferisci, una notte intera. Per velocizzare questo processo, puoi lasciare la carne per 30 minuti a bagno in semplice acqua e sale.

 

Pulisci le patate e tagliale grossolanamente. Trasferiscile poi in una pirofila da forno insieme alla polpa di pomodoro, ai piselli e alla cipolla tagliata a fettine. Irrora con un filo di olio, del sale e del pepe. Dai una mescolata al tutto, dopodiché aggiungi la carne e un bicchiere e mezzo di acqua.

 

Spolvera con abbondante grana grattugiato e cuoci in forno caldo ventilato a 200° per circa un’ora. Il formaggio conferisce sapore e serve a formare un’invitante crosticina croccante.

 

Consiglio: se vuoi evitare che in cottura il sughetto dell’agnello si asciughi troppo oppure hai intenzione di condirci la pasta, aggiungi più acqua calda sin dal principio.

 

Buon appetito!

 

Photo Credits: Gastronomy Love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...