La vera ricetta degli ‘ziti lardiati’, tutti i segreti delle mamme napoletane

Un piatto povero, ma semplice e gustosissimo: gli ziti lardiati alla napoletana!

Cucina
Articolo di , 26 Feb 2024
78052
Gli ziti lardiati sono uno dei piatti simbolo della cucina napoletana. Una ricetta saporitissima che ha come ingrediente principale il lardo, da qui il suo nome “lardiata”. Un piatto molto semplice della tradizione contadina, ma che ancora oggi soddisfa i palati più raffinati. Ecco una ricetta di famiglia per preparare al meglio gli ziti lardiati alla napoletana.

Ricetta ziti lardiati alla napoletana

Ingredienti

Per 4 persone

I dolci napoletani di Carnevale: un viaggio irresistibile tra tradizione e golosità
  • 500 gr. di pasta
  • 200 gr. di lardo di colonnata
  • 400gr. pomodorini del Vesuvio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 40 gr. parmigiano
  • 40 gr.pecorino
  • alloro
  • olio
  • cipolla e aglio
  • pepe e sale

Procedimento

Fare un soffritto di aglio, cipolla e lardo tagliato a listarelle sottilissime. Aggiungere un po’ di sale, pepe e l’alloro.  Dopo un po’, aggiungere il vino bianco e lasciarlo evaporare. Aggiungere i pomodorini e continuare la cottura per 15/20 minuti. Cuocere la pasta. Una volta cotta, saltareo tutto in padella aggiungendo parmigiano e  pecorino grattugiato e una spolverata di pepe. Servire ben caldo e filante.

Buon appetito!

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

5 risposte a “La vera ricetta degli ‘ziti lardiati’, tutti i segreti delle mamme napoletane”

  1. tatonno ha detto:

    gli ziti lardiati era definito un piatto economico napoletano la ricetta originale prevvede lardo normale pomodori pelati ò san marzano freschi romano e parmigiano e pepe niente vino e niente alloro questo secondo il mio modesto parere

  2. Silvio Cecere ha detto:

    Secondo il mio parere è quello di aggiungere del concentrato e senza l’alloro

  3. Alfonso Filizzola ha detto:

    Lardo di colonnata, forse non sai dové?

  4. Nicola Gagliotti ha detto:

    il lardo si allacciava sul tagliere insieme all’aglio poi si sfriggeva e si aggiunceva i pomodori pelati.(lardo normalissimo )

  5. Pasquale ha detto:

    Per me ci vuole solo un buon lardo paesano e d eviterei l’alloro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...