Pascale, nuove cure oncologiche mirate e accessibili grazie ai biomarcatori

Un modo per accedere a trattamenti specifici attraverso la mappa molecolare dei singoli tumori

News
Articolo di , 23 Set 2021
665

Un mezzo importante per la cura e la classificazione dei tumori in studio al Pascale di Napoli: la mappatura molecolare. I biomarcatori tumorali, infatti, sono fondamentali alla valutazione clinica e dunque anche alla pianificazione del trattamento. Individuare i marcatori molecolari del tumore aiuta ad identificarlo e scegliere una cura più mirata. Non sempre, tuttavia, sono disponibili e ciò rende difficoltoso se non impossibile avere accesso a determinati medicinali.

Per tentare di correggere questa falla  Nicola Normanno, direttore scientifico dell’Istituto dei tumori di Napoli, nonché presidente dell’International Quality Network for Pathology, in collaborazione con l’European Cancer Patient Coalition e l’European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations, ha dato vita ad un progetto che ha consegnato una mappa complessiva dell’accesso e della qualità dei biomarcatori del cancro in tutta Europa. I risultari di questo studio unico al mondo sono stati presentati al Congresso ESMO di Parigi, appena concluso.

Elezioni comunali a Napoli: rinnovo tessera elettorale

Presentazione del progetto 

L’esercizio di mappatura – spiega Normanno – ha identificato le barriere rilevanti per l’accesso ai test predittivi dei biomarcatori. Quello che emerso è abbastanza preoccupante. In alcuni paesi c’è una assenza di laboratori in grado di effettuare test per i biomarcatori più complessi, mentre in altri emergono importanti problemi organizzativi che comunque finiscono per ledere il diritto dei pazienti a test importanti per la loro malattia.

L’iniziativa di dare vita a questa mappa, che ha l’ambizione di diventare una sorta di linea guida internazionale, rappresenta per noi del Pascale e più in generale per le associazioni che hanno partecipato, l’unico modo per garantire il trasferimento nella pratica clinica delle più recenti conquiste della ricerca oncologica. Infatti, per garantire l’accesso a molte nuove terapie sarà necessario in futuro avere a disposizione la mappa molecolare del tumore di ogni singolo paziente”.

La mappatura è stata realizzata coinvolgendo 141 responsabili di laboratorio e 1665 pazienti. I problemi più rilevanti, e ai quali si sta provando ad ovviare, sono legati una disponibilità limitata di farmaci di precisione, di finanziamenti pubblici e di tecnologie.  Il Pascale, sempre più all’avanguardia, sta cercando una strada diretta verso il futuro. Un futuro, si spera, in cui le cure oncologiche siano mirate ed accessibili.

 

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...