Una fiera di vini naturali di fronte al mare: Villa Pignatelli ospita la seconda edizione napoletana di Viva la Vite

Viva la Vite, dopo la data di Pescara (alla sesta edizione), ritorna a Napoli per la seconda volta in città con la sua, ormai consolidata, fiera dei vini naturali.

News
Articolo di , 22 Mar 2024
263
Foto Shutterstock

Domenica 24 e lunedì 25 marzo 2024, lungo la Riviera di Chiaia si diffonderanno profumi di vini naturali perché, proprio a Villa Pignatelli, avrà luogo la fiera Viva la Vite, che ritorna a Napoli per la seconda volta. Dal mattino (dalle 11) fino alla sera (18.30) sarà possibile incontrare produttori sostenibili e scoprire piccole eccellenze di questo settore (italiano ed europeo), solitamente lontane dalla grande distribuzione. Viva la vite a Napoli sarà, perciò, un’occasione di aggregazione e conoscenza; un’occasione per sorseggiare vino artigianale, sotto la prima luna piena di primavera.

“Baby it’s a wine world!”: Perché Napoli?

Per il suo quinto anno di fiera, Viva la Vite (l’associazione culturale legata al mondo del vino artigianale) nativa di Pescara ha deciso – nel 2023 – di mettersi in gioco uscendo dalla propria regione e di arrivare anche a Napoli.

Samuel, 13enne di Torre del Greco, è il giovanissimo campione regionale dei Giochi Matematici del Mediterraneo

L’abbiamo chiesto a Giorgia Brandimarte (che insieme a Roberto Persia è fondatrice e organizzatrice di questo evento vinicolo tutto al naturale), il perché Napoli: perché scegliere Napoli e, soprattutto, perché ritornare.

Uscire dalla confort-zone per farsi conoscere anche al di fuori dell’Abruzzo – racconta – è stata la loro prima necessità. Dopodiché l’intento è diventato quello di portare il loro evento vinicolo sul vino naturale anche qui, in Campania, una regione che (fino all’anno scorso) ne viveva ancora pochi. E, mentre l’interesse per il vino artigianale si sta diffondendo sempre di più, è sempre più popolare tra ristoratori e pubblico (“che di cantine validissime già ce ne sono da anni!”), gli ideatori di Viva la Vite ci rispondono al perché ritornare: “ritorniamo perché vogliamo insistere, vogliamo promuovere sempre di più e far conoscere sempre di più il vino naturale, il vino artigianale”.

Dal chiostro cinquecentesco alla domus-museo del quartiere Chiaia: i luoghi di Viva la Vite- Napoli edition

La prima volta che Viva la Vite ha scelto Napoli come tappa del suo tour sui vini naturali è stata – quindi – a marzo dell’anno scorso. Per l’edizione del 2023 la fiera è stata ospitata tra le colonne e gli sprazzi di affreschi del chiostro cinquecentesco (ex lanificio borbonico) che oggi dà spazio al centro culturale e artistico Made in Cloister.

La Fondazione di Made in Cloister si impegna, dal 2012, in una costante restaurazione e in un forte rilancio di tutto il quartiere, con l’intento di fare di una delle porte di accesso alla città – Porta Capuana – un varco verso nuove possibilità, il tutto attraverso il mezzo dell’arte e il recupero di un’artigianalità tutta contemporanea. E quale luogo migliore di questo per portare a Napoli una fiera tutta dedicata al mondo dei vini naturali, all’autenticità e alla sostenibilità di questo specifico settore produttivo?

Viva la Vite 2023 si è perciò accordata perfettamente al luogo che l’ha ospitata – convergendo cioè negli intenti di dialogo, accoglienza e scoperta – e ha registrato oltre 1200 presenze, contando 75 partecipanti (tra produttori e distribuzioni). E se nel 2023 un chiostro cinquecentesco ed ex lanificio a Porta Capuana ha messo a disposizione i suoi spazi a sostegno di una fiera tutta al naturale, quest’anno è la volta di Villa Pignatelli, splendida domus-museo del quartiere Chiaia.

Dopo la tappa presso gli spazi di Villa Pignatelli, casa-museo di gusto neoclassico che padroneggia la Riviera di Chiaia – sulla quale si affaccia col suo grazioso giardino all’inglese -, sarà infine la volta di Capri, dove si terrà un pop-up ancora da scoprire.

La cultura del vino naturale: aziende partecipanti, partner, masterclass e altri progetti

“Promuovere la produzione di vino naturale come alternativa autentica e sostenibile” è, in definitiva, l’intento di Viva la Vite, una fiera che coinvolge tante realtà affinché si diffondi un messaggio e un canale di sostenibilità anche in questo settore.

Le aziende a cui questo evento è dedicato sono i piccoli produttori, quelli che da Nord a Sud dell’Italia seguono ogni fase produttiva, utilizzano uve proprie o del territorio, che non utilizzano prodotti chimici di sintesi o elementi esogeni, che fanno un uso consapevole ed entro i limiti dell’anidride solforosa. Presenti vini anche dalla Spagna e dalla Germania e le Distribuzioni, in fiera troveranno un piccolo spazio anche l’olio extravergine d’oliva e amari e distillati.

Così, grazie alla collaborazione con l’enoteca naturale di via Bausan Jus, il ristorante Raraterra di Frattamaggiore e il Capri Hotel, gli addetti ai lavori di Viva la Vite Napoli hanno preparato una fiera nella quale sarà possibile conoscere i produttori e chiacchierare con loro, ma sarà possibile anche confrontarsi e discutere circa lo stato del mondo dei vini naturali in occasione delle masterclass e di altri eventi collaterali.

Ci sarà, ad esempio, un incontro con Lisa De Leonardis di Wine Pro Academy durante il quale verrà affrontato il tema dell’export del vino italiano (tra paesi, tendenze e necessità) e infine, mentre il ristorante Raraterra pubblica sui suoi social il menù di Viva la Vite perché anche quest’anno sarà naturalmente presente all’area ristoro, l’enoteca Jus annuncia che sabato 23 marzo, presso il suo locale di Chiaia, avrà luogo un Viva la Vite preview “spaziale”.

La fiera del 24 e del 25 marzo a Villa Pignatelli accoglierà, così, non solo operatori e sommelier ma anche gli appassionati o chi si è appena affacciato a questo settore. Si potrà allora girare per gli stand degustando nuovi vini, ritrovandone altri, ascoltandone le storie, il tutto seguendo un unico mantra: “Baby, it’s a wine word!”.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...