Aria gelida sulla Campania, ma sta per cambiare tutto. Ecco cosa accadrà

Grande Napoli

Il clima sul nostro Paese continua ad essere condizionato da aria gelida che penetra in Italia sotto forma di correnti nord-occidentali le quali stanno portando un’atmosfera praticamente invernale ad appannaggio soprattutto delle regioni settentrionali. Qui le TEMPERATURE sono addirittura scese di qualche grado sotto la media del periodo. Altrove registriamo invece valori termici più o meno consoni al calendario. All’orizzonte però, si avvicina un importante cambiamento dovuto all’ennesima rotazione delle correnti d’aria in sede mediterranea. Vediamo dunque cosa accadrà.

Fino a sabato non ci saranno particolari cambiamenti sul quadro climatico salvo qualche moderato aumento nei valori massimi specie al Centro e su parte del Sud e questo per effetto di un graduale miglioramento atteso proprio per l’inizio del WEEKEND. Continuerà a fare molto freddo invece di notte e in prima mattina sulla Val Padana sia per i maggiori rasserenamenti previsti ma anche per la persistenza di sacche d’aria fredda nei bassi strati.

 

Le cose cambieranno invece ad iniziare dalla seconda parte del fine settimana. Da domenica si attenueranno le fredde correnti nord atlantiche costrette a passare il testimone a masse d’aria più miti ed umide in arrivo dai quadranti sud-occidentali. Le temperature cominceranno a salire al Sud e su gran parte del Centro mentre al Nord l’aumento termico sarà davvero effimero e riguarderà soprattutto i valori notturni. L’aumento del tasso di umidità dell’aria, favorirà infatti lo sviluppo di una maggior nuvolosità, la quale, da un lato limiterà il calo termico notturno, ma dall’altro costringerà i termometri a rimanere più rigidi durante le ore diurne.

 

Ma il clima sarà destinato a scaldarsi parecchio soprattutto con l’inizio della prossima settimana quando si andrà a ripristinare una configurazione molto simile a quella che ha contraddistinto il mese di Novembre con le correnti miti meridionali via via sempre più protagoniste e con i termometri destinati a salire nuovamente di parecchi gradi sopra le medie del periodo. Insomma, a conti fatti passeremo da un assaggio d’inverno ad un ritrovato autunno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu