Phonotype Record, la prima azienda di dischi in Italia fu aperta a Napoli

Dopo una lunga pausa la Phonotype Record riprende la sua attività discografica.

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 21 Mag 2024
861
Pixaby

Una curiosità sulla città di Napoli, probabilmente sconosciuta ai più, è che ospita la prima azienda di dischi in Italia. Originariamente conosciuta come Società Fotografica Partenopea, la Phonotype Record è oggi uno studio di registrazione nuovamente attivo.

Phonotype Record, riparte la storica etichetta partenopea

Fondata nel lontano 1901 a Napoli da Raffaele Esposito con la denominazione Società Fonografica Napoletana (il nome attuale verrà adottato nel 1911), la Phonotype Record è stata la prima azienda discografica nata in Italia, e tra le prime al mondo ad avere uno stabilimento autonomo per la fabbricazione di dischi.

"L'acqua è poca e 'a papera nun galleggia", il significato del modo di dire napoletano

La studiosa Anita Pesce ritiene che, in questa evoluzione imprenditoriale, furono determinanti i rapporti intrattenuti con la Beka, una etichetta discografica fondata a Berlino nel 1904 e presente a Napoli e Milano già nel 1905. La sua presenza in Italia era finalizzata alla realizzazione di incisioni di brani del repertorio operistico e leggero. Raffaele Esposito avrebbe iniziato a stampare dischi utilizzando matrici prodotte proprio dalla Beka. Questo lascia pensare una coincidenza di titoli e codici riscontrata sui dischi stampati dalle due aziende.

La Phonotype Record si impose sul mercato nazionale e nel 1924 sbarcò addirittura negli U.S.A acquisendo la Klarophone Record. Presso la storica sede in Via Enrico De Marinis 4 sono passati a vario titolo personaggi del calibro di Enrico Caruso, Totò, Eduardo de Filippo, Renato Carosone, Gilda Mignonette, oltre a tanti autori che hanno reso la canzone napoletana famosa nel mondo.

A partire dal 2018 la sede inutilizzata della Phonotype ha ospitato l’Auditorium Novecento, risultato del progetto nato da Museum Records, società fondata da appassionati e operatori del settore musica che operano e producono a Napoli. Concepito come uno spazio multifunzionale dove produrre e registrare musica, l’Auditorium ha ospitato negli anni e continua ad ospitare moltissimi concerti.

Solo da poco è ripartita invece con i Train to Roots, i Bisca e l’impegno a favore della Palestina l’attività della storica Phonotype, nel famoso studio di registrazione nei pressi di Mezzocannone. Proprio sabato 18 maggio è stata pubblica Gaza, brano che fa parte dell’ ottavo album dei Train To Roots, la reggae band sarda nota grazie ai suoi vent’anni di attività. Gaza è un pezzo che ribadisce la necessità di prendere una posizione netta nei confronti del massacro di civili ancora in corso nella striscia di Gaza e non solo.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...