Il basilico napoletano

Grande Napoli
Il basilico napoletano
Vota questo articolo

Con l’avvicinarsi della fine dell’inverno, i balconi tornano ad essere un luogo di semina e fioritura, infatti già  dalle prossime settimane sarà  possibile cominciare a seminare nei vasi in modo da riparare le giovani piantine da improvvise gelate.
Presenza fissa dei piccoli orti da balcone delle case napoletane è il basilico.

Nella versione napoletana le foglie sono larghe, bollose, di colore verde chiaro, lucenti, molto aromatiche e vengono utilizzate fresche, congelate o conservate sott’olio per insaporire piatti e pietanze.

L’essicazione comporta la perdita di gran parte dell’aroma.

Come seminare il basilico in un vaso.

Seminare il basilico (Ocymum basilicum) in vaso è molto semplice. Il primo consiglio è di evitare i vasi piccoli. Il basilico per emettere tante foglie deve crescere vigoroso e maggiore è la quantità  di terra maggiori saranno le foglieche germoglieranno. Togliere i semi dalla bustina e distribuirli sulla superficie senza badare al loro numero (li sfoltiremo in seguito). Ricoprire con uno strato sottile di terriccio fino e poi bagnare abbondantemente usando uno spruzzino che non sposti i semi. A questo punto coprire il recipiente con della pellicola trasparente (per trattenerla ai bordi possiamo usare un elastico).



Comments to Il basilico napoletano

  • Salve
    Qual’è la differenza sostanziale tra il basilico napoletano è quello genovese?

    Sergio 8 ottobre 2017 20:31 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu