La collina di Pizzofalcone, la culla della città di Napoli

Pizzofalcone, Monte di Dio, Monte Echia, i tanti nomi della collina che ha visto nascere la città di Partenope.

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 29 Gen 2024
875
Foto Wikimedia Commons

Che la nostra Napoli è fatta di saliscendi lo sanno anche i turisti, ma forse qualcuno ancora non conosce una delle più importanti colline, dove la città ha dato ospitalità ai primi coloni Greci, fondatori di Partenope: Pizzofalcone.

La Collina di Pizzofalcone

La collina di Pizzofalcone è una delle numerose alture presenti in città e si trova nel quartiere San Ferdinando, fra il borgo Santa Lucia, Chiaia e il Chiatamone. Anticamente, il promontorio era chiamato Euple, da Euplea di Stazio, ma lentamente si trasformò in Epla, Hecle, Echa, fino a diventare l’attuale Echia.

Il Campanile della Pietrasanta a Napoli: uno dei più antichi d'Italia

Alta 60 mt, la collina prende il suo nome moderno nella metà del Duecento, dall’antica falconeria per la real caccia voluta da re di Napoli Carlo I d’Angiò. Un altro nome con cui i napoletani identificano la zona è Monte di Dio, derivato dall’omonima chiesa e convento, fondati nel XVI secolo e oggi non più presenti.

La storia di Pizzofalcone

Ricca di storia, è proprio qui che nacque Parthènope alla fine del VIII secolo a.C. ad opera dei Cumani. La zona comprendeva anche l’isolotto di Megaride sul quale sorge il Castel dell’Ovo. L’antica mitologia greca vuole che, proprio a Megaride, venne sepolto il corpo della sirena Partenope, che si lasciò morire dopo esser stata rifiutata da Ulisse durante il suo viaggio.

In epoca romana, la collina e l’isolotto furono sede della lussuriosa villa di Lucio Licinio Lucullo, milite e politico romano, i cui resti sono oggi visibili nel sito archeologico di Monte Echia, nei sotterranei dell’Castel dell’Ovo e, da recenti studi, nella zona circostante piazza Municipio e il Castel  Nuovo.

Nel corso degli anni, la villa verrà trasformata in fortezza prendendo il nome di castellum Lucullanum e più tardi, in epoca medioevale, in convento fino alla fine del X secolo, quando i napoletani lo rasero al suolo per paura che i Saraceni potessero utilizzarlo come avamposto militare. Successivamente, nel 1500 ad opera di Andrea Carafa conte di Santa Severina, iniziò l’urbanizzazione della collina. Solo per opera del vicerè Don Pedro de Toledo l’altura venne inserita all’interno delle mura della città.

Oggi, la zona di Pizzofalcone, ripresa nei romanzi di Maurizio De Giovannii bastardi di Pizzofalcone” e dall’omonima serie televisiva, ospita ancora tanti luoghi storici, come una delle più antiche scuole militari d’Italia e del mondo, la Scuola Militare Nunziatella di Napoli, fondata nel 1787  sotto il regno di Ferdinando IV. O, ancora, le chiese del ‘600 di Santa Maria degli Angeli e Santa Maria Egiziaca, Villa Ebe o il Gran Quartiere di Pizzofalcone, antica sede della guarnigione militare spagnola, precedentemente alloggiata nella zona a ridosso di via Toledo, ovvero i noti quartieri spagnoli.

La riapertura del Belvedere di Pizzofalcone

Dopo 14 anni di lavori e numerosi rinvii, finalmente lo storico belvedere di Pizzofalcone è stato restituito alla cittadinanza, con l’apertura dell’ascensore che porta in cima al monte Echia.

 

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...