Intelligenza artificiale: La chiave per decifrare i papiri di Ercolano

L'Università del Kentucky ha lanciato la Vesuvius Challenge. Una sfida internazionale per decifrare i fragili papiri che non possono essere aperti senza danneggiarli.

Arte e Cultura
Articolo di , 15 Ott 2023
556
Foto sito educelab uky

Sì, l’intelligenza artificiale sta giocando un ruolo importante nel decifrare i papiri carbonizzati di Ercolano. Sepolti sotto la cenere vulcanica dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., sono così fragili che non possono essere aperti senza danneggiarli. L’intelligenza artificiale, invece, può essere utilizzata per “leggere” i papiri senza toccarli. Grazie al supporto di investitori della Silicon Valley, chiunque riesca a decifrare i testi si aggiudica una generosa ricompensa, oltre alla gratificazione di riportare alla luce un pezzo di storia scritto da una persona 2.000 anni fa.

Innumerevoli gli sforzi fatti nel corso dei decenni per svelare il contenuto di questi rotoli. La tomografia a raggi X a contrasto di fase è stata utilizzata per identificare alcune lettere in alfabeto greco antico, ma c’è ancora molto lavoro da fare. Il team di Brent Seales dell’Università del Kentucky ha preso l’iniziativa e ha sviluppato un algoritmo di machine learning per decifrare le immagini a raggi X dei rotoli “carbonizzati”. Hanno lanciato la Vesuvius Challenge, mettendo a disposizione gratuitamente l’intelligenza artificiale e migliaia di immagini sfidando informatici di tutto il mondo a migliorare l’algoritmo e svelare il testo nascosto sotto la cenere.

Napoli, la città che ha conquistato il cuore del più famoso giornalista giapponese Yuko Fujita

La Vesuvius Challenge

La Vesuvius Challenge, l’intrigante iniziativa lanciata a marzo scorso dall’Università del Kentucky, sta rivelando i suoi primi successi. Grazie a un algoritmo di intelligenza artificiale appositamente addestrato. È stato possibile estrarre una parola “carbonizzata” dai papiri di Ercolano, sepolti dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Questa parola, “porpora”, è solo l’inizio.

“Abbiamo mostrato come leggere l’inchiostro di Ercolano. Questo ci dà l’opportunità di rivelare il 50, 70, forse l’80% dell’intera collezione”, aveva commentato Seales al lancio della competizione. “Abbiamo costruito la barca. Ora vogliamo che tutti salgano e navighino con noi”.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...