Caffè espresso italiano: presentata la candidatura a Patrimonio Unesco

Il 26 marzo, giornata nazionale del "Rito del caffè espresso italiano", partirà la sottoscrizione pubblica per sostenere la candidatura a patrimonio immateriale dell'Umanità dell'Unesco

News
Articolo di , 24 Mar 2022
816

Il 26 marzo, giornata nazionale del “Rito del caffè espresso italiano“, partirà la sottoscrizione pubblica per sostenere la candidatura a patrimonio immateriale dell’Umanità dell’Unesco.

Un momento di sintesi per l’Italia celebrato al ministero delle Politiche agricole, dove è stato presentato il dossier de “Il caffè espresso italiano tra cultura, rito, socialità e letteratura nelle comunità emblematiche da Venezia a Napoli“, sul quale si pronuncerà la Commissione nazionale Italiana per l’Unesco il prossimo 29 marzo. Le 11 comunità emblematiche del caffè, Torino, Milano, Venezia, Trieste, Bologna, Roma, Napoli, Lecce, Pescara, Palermo e Modica hanno sottoscritto la Carta dei Valori del Rito dell’Espresso italiano che elenca i valori degni di essere condivisi con l’intera umanità.

Il Caffè espresso: i valori degni di essere condivisi con l’intera umanità

Riconosciamo il valore della tazzina a tutte le latitudini del nostro Paese, uno di quei momenti importanti per l’Italia perché riusciamo a far capire quali sono le nostre eccellenze e proporle alle comunità internazionali con serietà e credibilità“, ha detto il Ministro Stefano Patuanelli, intervenuto alla presentazione insieme al sottosegretario Gianmarco Centinaio, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e al comico Lino Banfi.

L’Italia è riuscita a fare sintesi – ha detto Centinaio – lasciando forse per strada un pezzo delle peculiarità di ciascuno ma per unire il paese“. Un risultato molto atteso dal presidente De Luca perché “il riconoscimento del caffè completerebbe per la Regione Campania il trittico con la dieta mediterranea e la pizza“. Il presidente del Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale Giorgio Caballini di Sassoferrato ha auspicato che “questo progetto che sta procedendo da svariati anni, possa arrivare all’aspirato risultato e che la Commissione lo possa passare a Parigi“.

Secondo il vice presidente di Fipe-Confcommercio, Aldo Cursano:”Il caffè espresso è simbolo dello stile di vita di un paese e di una comunità e come tale ha la credibilità e il prestigio necessari per concorrere a diventare patrimonio immateriale dell’Umanità“.

Fonte: Ansa

Photo credits by Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...