Sciabolata artica su Napoli, l’avviso degli esperti che nessuno si aspettava

Grande Napoli
Vota questo articolo

Quello di stamane è stato un risveglio gelido per molte zone del Nord e del Centro. Un po’ meno gelida l’atmosfera sul resto del Centro e soprattutto al Sud. Ma quanto durerà questa fase di freddo intenso? Cerchiamo di capirlo.

 

Nei prossimi giorni ci sono nuovi ed importanti movimenti nella circolazione generale atmosferica. Intanto da ovest si sta già rapidamente avvicinando un nuovo vortice di bassa pressione che raggiungerà presto la Sardegna provocando una rapida virata delle correnti che si orienteranno dai quadranti meridionali. Aria più mite ed umida dunque, la quale contribuirà ad un inevitabile e graduale aumento delle temperature, dapprima al Sud, ma seguire anche su tutto il Centro. Il Nord invece rimarrà ai margini di questo cambiamento e continuerà a vivere una fase piuttosto fredda, anche se le temperature notturne potranno subire un moderato aumento per via di una maggiornuvolosità dovuta ad una perturbazione in transito 

Un immenso campo di alta pressione sta per invadere il Mediterraneo e nel corso di Lunedì 24 Dicembre salirà verso latitudini più settentrionali, espandendosi nel cuore dell’Europa fino a raggiungere la Scandinavia.
Questa azione muoverà masse d’aria molto freddadal circolo polare artico verso i settori orientali europei.
Una parte di questa aria fredda lambirà anche l’Italia.

 

La diretta conseguenza è presto che detta: a partire dalla serata di Lunedì 24 un veloce fronte perturbato sospinto da venti moderati o localmente forti di Tramontana, raggiungerà le regioni centro-meridionali adriatiche provocando rovesci di pioggia piuttosto veloci: un vero e proprio raid di maltempo.
Le precipitazioni nelle primissime ore del giorno di Natale si estenderanno anche al Sud con nevicate in Appennino sopra i 1200 metri.

Nella mattinata di Natale la veloce perturbazione sarà giunta già in Calabria e Sicilia portando gli ultimi rovesci o brevi temporali mentre il tempo sarà migliorato al Centro e sul resto del Sud.

 

.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu