Villa Doria D’Angri: l’università ed il museo navale

Valentina Cosentino
Villa Doria D’Angri: l’università ed il museo navale
5 (100%) 1 vote

Villa Doria D’Angri è oggi sede dell’Univesità Parthenope ed ospita un prestigioso museo navale, ma la sua storia è molto più antica.

La magnifica villa che si vede oggi proprio all’inizio di Via Posillipo (dal lato di Mergellina) è Villa Doria D’Angri, che nella sua veste attuale è databile all’inizio dell’ottocento, tuttavia la sua storia ha radici molto più antiche.

Infatti già nel 1592 Vittoria Carafa donò a  Isabella della Tolfa, moglie di Marcantonio Doria, Una vasta proprietà dove sorgeva una masseriea nora come masseria di Posillipo.

Su questo più antico nucleo originario furono compiute nei secoli varie ed ampie trasforsmazioni, in special modo tra il  1774 e il 1782 fu edificato anche un nuovo corpo di fabbrica.

Ma i lavori di costruzione della villa vera e propria iniziarono nel 1833, ad opera di Bartolomeo Grasso, Guglielmo Bechi, Luigi Gaddi e Antonio Francesconi, autore della curiosa pagoda cinese di forma ottagonale.

La villa, ispirata alle ville Palladiane, fu voluta dal suo propietario, il principe D’angri come simbolo del suo prestigio e delle sue aspirazioni di uomo colto e raffinato. E’ sicuramente una delle ville neoclassiche più interessanti della zona, la sua costruzione fu pensata per costituire un tutt’uno con il banco tufaceo su cui fu costruita per una perfetta integrazione tra architettura e natura.

La parte più scenografica della villa erano i suoi terrazzi laterali, dei veri e propri giardini pensili con giochi d’acqua e fontane.

Gli spazi interni, secondo la moda dell’epoca, furono in parte affrescati con motivi di stile pompeiano.

Tuttavia dopo la morte del Principe, la famiglia decise di abbandonare villa che nel 1857 fu ceduta ad una nobildonna inglese. Fu poi sede dell’Istituto Santa Dorotea ed oggi è una delle sedi dell’Univesità degli studi di Napoli Parthenope che ha installato qui un Museo Navale di grande interesse storico, che vanta una raccolta di circa 160 modelli di navi e di strumenti nautici didattici, i più antichi dei quali, risalgono al 1920, anno della fondazione dell’Istituto.

Informazioni per la visita del Museo

Indirizzo: Via Petrarca, 80 – Napoli
Telefono: 0815476632 – 0815475418
Fax: 0815475416
e-mail: museonavale@uniparthenope.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu