Variante Delta in Italia: Green Pass e quarantene. Le misure al vaglio per contenere i contagi

L'Rt sfiora l'1% in Italia e la paura della quarta ondata è tanta. Il governo pensa a nuove misure per evitare la crescita dei contagi.

News
Articolo di , 13 Lug 2021

L’Rt sfiora l’1% in Italia e la paura della quarta ondata è tanta. La variante Delta dilaga e il governo pensa a nuove misure per evitare la crescita dei contagi.  Tra queste, il green pass soltanto dopo la seconda dose del vaccino, ma anche una quarantena di 5 giorni per chi torna da Paesi considerati a rischio e un nuovo numero fisso di tamponi per le Regioni. 

Nonostante le ospedalizzazioni e i decessi siano in continuo trend positivo, il governo ritiene necessario prevenire una situazione simile all’estate scorsa. L’estate 2020. con l’allentamento delle misure, ha portato alla crescita esponenziale in autunno dei contagi. Tra le misure anche la richiesta da parte delle autorità di un drastico potenziamento dei controlli sull’uso delle mascherine.

A preoccupare però sono i focolai di variante Delta. Gli studiosi sostengono che “questa variante sta portando a un aumento dei casi in altri Paesi con alta copertura vaccinale, pertanto è opportuno realizzare un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi”. Secondo gli scienziati, è dunque necessario ” raggiungere una elevata copertura vaccinale e il completamento dei cicli di vaccinazione, con particolare riguardo alle persone a rischio di malattia grave”.

Da qui, partono le nuove possibilità del governo. Una di queste sarebbe allungare la lista dei luoghi dovrà si potrà entrare soltanto con il green pass, già previsto per stadi, eventi, concerti, banchetti. La principale novità potrebbe essere quella del rilascio soltanto al termine dell’intero ciclo vaccinale e non, come avviene attualmente, a 15 giorni dalla prima dose. Principalmente, si mira a far vaccinare i giovani. Con la probabilità di un ritorno della zona gialla per molte regioni italiane, si sta valutando di intervenire anche sul numero di tamponi.

Infatti, risulta probabile che venga introdotto l’obbligo di effettuare ogni settimana almeno 150 test ogni 100 mila abitanti. 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...