Vaccini a Napoli: 3.000 in coda, molti rifiutano AstraZeneca

mostra-oltremare-vaccini-code-ritardi

Mostra d’Oltremare nel caos ieri. 3.000 convocati per il vaccino con code di 4 ore ed assembramenti generati dal rifiuto di molti cittadini di ricevere il vaccino AstraZeneca.

 

Mostra D’Oltremare in tilt nella giornata di ieri, con anziani costretti a 4 ore di coda prima dell’inoculazione del vaccino. Per calmare i più esagitati è stato necessario l’intervento della polizia.

E questo proprio nel giorno in cui sono stati convocati 3.000 cittadini, per lo più nella fascia di età tra i 70 ed i 79 anni.

 

Un’organizzazione che sembrava rodata è stata, pertanto, messa in ginocchio dall’effetto domino dei dubbi che da più parti del mondo sono alimentati sul vaccino AstraZeneca.

E dalle richieste perpetrate dalle persone in coda di ricevere il Pfizer, che hanno comportato ritardi che hanno fatto saltare le regole sul distanziamento, con la rabbia che è montata ora dopo ora.

 

Sul luogo è pervenuto il Direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, che dopo aver ottenuto la disponibilità di altri medici ed infermieri ha ordinato l’apertura di altri 4 box vaccinali portando il totale a 27.

 

Purtroppo la richiesta e le insistenze per evitare Astrazeneca hanno fatto saltare l’intera organizzazione degli scaglioni a turno, portando inevitabilmente al maxi-assembramento.

Molti cittadini, inoltre, nel tentativo di evitare questo vaccino hanno presentato una copiosa documentazione sulle proprie condizioni cliniche, per leggere la quale si è verificato un ulteriore dispendio di tempo con ritardi nelle code.

 

Le somministrazioni dei vaccini sono andate avanti sino alle 21 della sera, con 157 persone che hanno rifiutato il vaccino, mentre alla Fagianeria hanno disertato il 50% dei convocati.

 

Sul tema Astrazeneca era intervenuto proprio nella mattina di ieri Vincenzo De Luca, che aveva richiesto un chiarimento dal Governo a stretto giro sulla fruibilità del vaccino, ed aveva sollecitato l’Aifa a pronunciarsi sullo Sputnik.

 

(foto: napoli.repubblica.it)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu