Va in scena Scandalo: l’opera di Schnitzler che racconta la forza del pregiudizio

Va in scena Scandalo: l’opera di Schnitzler che racconta la forza del pregiudizio
1.5 (30%) 2 votes

Va in scena al teatro Mercadante l’opera di Arthur Scnitzler Scandalo, una commedia amara mai rappresentata fino ad adesso in Italia.

Scandalo l’opera di Arthur Schnitzler con la regia di Franco Però è lo spettacolo da cartellone  del Teatro Mercadante, che va in scena da martedì 24 gennaio sino a domenica 29 gennaio 2017.A rappresentare l’opera Stefania Rocca,Franco Castellano, Astrid Meloni, e la compagnia del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia: Filippo Borghi,Adriano Braidotti, Federica De Benedittis, Ester Galazzi, Andrea Germani,Lara Komar, Riccardo Maranzana,Alessio Bernardi,Leon Kelmendi.

La trama 

Scandalo scritta da Schintzler nel 1898,  è un opera mai stata rappresentata in Italia, narra la vicenda di una famiglia benestante travolta  da uno scandalo che vede protagonista il  loro figlio maggiore Hugo. Il giovane rampollo   a  seguito di una caduta da cavallo in punto di morte rivela ai suoi familiari l’esistenza nella sua vita di una donna Toni e di un bambino, Franz, figlio suo avuto cinque anni prima e che ha tenuto nascosto alla famiglia perché la ragazza,che lo ha reso padre e che  ama appartiene ad un ceto sociale inferiore al suo.

Il giovane  così prima di esalare l’ultimo respiro  esprime un desiderio: quello  da parte della famiglia di poter accogliere in casa il suo piccolo e sua madre. La famiglia sconvolta dalla notizia, decide nonostante tutto di onorare la promessa fatta, ma  è da questo momento in poi  che la famiglia   inizia ad essere oggetto di scandalo e di vergogna e a dover subire il pregiudizio della gente e soprattutto di una società troppo bigotta che la isolerà a mano a mano. L’ unica a non temere il giudizio altrui è la giovane sorella di Hugo, Franzisca, che vede nell’arrivo di Toni e del piccolo Franz  una speranza per il futuro della sua famiglia distrutta dalla perdita dell’adorato fratello. La vita però è una commedia amara si sa e quando  tutto sembra sistemarsi un altro inatteso lutto sconvolgerà la famiglia rimettendo tutto in discussione.

Franco Castellano, interpreta con maestria il ruolo del padre di Franzie e di Hugo e con estrema bravura riesce a trasmettere allo spettatore, i sentimenti contrastanti che vive il suo personaggio, dal dolore per la perdita del figlio, all’estrema felicità di avere un nipote che  vorrebbe amare ma che invece  non tollera  perchè la sua presenza mina la rispettabilità della sua famiglia.

Stefania Rocca interpreta con ironia e tanta passione  il ruolo  della zia di Hugo. Il suo è un personaggio che esprime  libertà, una donna rimasta vedova da giovane e che vive la sua vita, poco  importandosene del giudizio altrui, l’unica insieme a Franzie a voler aiutare a tutti i costi  la giovane Toni vittima di una cattiva sorte. Ma nonostante tutta la volontà di aiutarla alla fine entrambe  sono costrette a  piegarsi ai rigidi e spietati schemi societari.Il finale ha un sapore ingiusto ma purtroppo veritiero.

Lo spettacolo dalla trama intensa e dai molteplici colpi di scena viene arricchito da una  splendida cornice ovvero un’attenta scenografia. La vicenda si svolge in un’unica stanza  che però cambia volto. Nel primo atto è una stanza con grandi finestre ricche di sole e di giochi di bambini dove trapela la spensieratezza  e un senso di speranza nel futuro. Nel secondo atto la camera si presenta buia, le finestre scompaiono, lo scenario pur essendo sempre lo stesso diventa tetro e asfissiante proprio come la sorte dei personaggi chiusi nel buio del loro pregiudizio.

A completare l’opera inoltre  ci sono i bellissimi costumi indossati dagli attori, curati da Andrea Viotti che ci rimandano ad un tempo lontano in cui la vicenda è narrata, insieme alle suggestive musiche di Antonio Di Pofi, fanno di Scandalo un’opera intensa, garbata e ricca di  spunti di riflessioni, che siamo sicuri vi catturerà.

Informazioni
Dove: Teatro Mercadante, Piazza Municipio.
Quando:dal 24 gennaio 2017 al 29 gennaio 2017
Info: www. teatrostabilenapoli.it  Biglietteria: tel. 081.5513396



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu