Uno spettacolo della natura: le sorgenti del Sammaro

Paola Palmieri

Un paesaggio naturalistico da togliere il fiato

 

Le sorgenti del Sammaro sono un vero è proprio angolo di paradiso oltre ad essere uno spettacolo naturalistico, che si trovano a Sacco in provincia di Salerno.

 

Il Sammaro è un fiume che nasce da acque sorgive perenni alla falde del Monte Purolo che confluisce nel Calore salernitano. Le sorgenti del Sammaro si trovano  in una grande spaccatura nella roccia calcarea lunga circa 1600 metri, sovrastata da un ponte in cemento alto oltre 150 metri.

 

Tra i ponti ad arcata unica più alti d’Europa. il ponte di Sacco permette di godere di una vista spettacolare sugli Alburni. Da Sacco si può scende fino all’inizio del sentiero mappato del Parco, tra di faggi e castagni, tra rovi, rivoli e greggi di pecore al pascolo. Nel limpidissime acque del Sammaro vive la lontra, mammifero in via d’estinzione.

 

Uno scenario incantevole, ricco di vegetazione dove la luce  che penetra tra gli alberi colora rocce e l’acqua con mille sfumature di azzurro e verde. Tra la sponda di un lago e i resti di un antico mulino in pietra c’è una piccola area pic nic. Un area consigliata per le escursioni sopratutto nel periodo primaverile, sopratutto val la pena di visitare i resti del precedente insediamento medievale di Sacco,  che si trova  su una rupe a strapiombo sulla valle del Sammaro.

 

Un’altro posto assolutamente da visitare nelle vicinanze è Roscigno Vecchia un paese abbandonato all’inizio del ‘900 a causa delle frequenti frane del luogo., considerato borgo fantasma che è diventato patrimonio mondiale dell’Unesco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu