Una squisita ricetta tradizionale: la pizza ai frutti di mare

Una ricetta capace di soddisfare anche i palati più fini. In quest'articolo, la pizza ai frutti di mare!

Cucina
Articolo di , 11 Mag 2021

Un gusto intenso ed una meravigliosa consistenza contraddistinguono la pizza ai frutti di mare, preparata a partire da una base di classica, ed amatissima, pizza napoletana. Morbida e croccante come da tradizione, la pizza ai frutti di mare riesce a mettere d’accordo tutti, anche i palati più fini. Si sa che, la pizza, è il piatto più rappresentativo della cucina partenopea che, ciò nonostante, spicca anche per le sue specialità di mare. Insomma, la pizza ai frutti di mare è una vera delizia frutto della commistione di una serie di ingredienti dalla bontà sconfinata. Di seguito, la ricetta della pizza ai frutti di mare!

La ricetta

Ingredienti

Di seguito, la lista degli ingredienti utili per la preparazione di una squisita pizza ai frutti di mare. Le dosi in elenco si riferiscono ad un pasto per quattro persone:

  • 600 g di farina
  • acqua q.b.
  • lievito di birra q.b.
  • 8 cucchiai di passata di pomodoro
  • vongole
  • cozze
  • taratufi
  • fasolare
  • 8 polipetti veraci in cassuola con passata di pomodoro
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • aglio tritato

Preparazione

Per mettere in pratica la ricetta della pizza ai frutti di mare occorre, innanzitutto, prepararne l’impasto. Si comincia mescolando la farina, l’acqua e il lievito, per poi procedere a stendere la pasta ottenuta e aggiungere il pomodoro passato. Si procede aggiungendo l’aglio e un filo d’olio d’oliva. Una volta preparato l’impasto, si lessano e sgusciano i frutti di mare che, successivamente, andranno aggiunti all’impasto steso insieme ai polipetti già preparati in cassuola e cotti nel pomodoro. Infine, si cuoce il tutto in forno preriscaldato a 200° per circa otto minuti. A questo punto, la pizza ai frutti di mare sarà pronta per essere servita calda.

La sostanziale differenza con la tiella

La pizza ai frutti di mare oggetto di questa guida differisce notevolmente da piatti che, di primo acchito, potrebbero essere considerati simili come la tiella tipica di Gaeta. Innanzitutto, la pizza presenta un misto di ingredienti di mare più variegato, da poter modificare secondo i propri gusti personali. Inoltre, la tiella presenta uno strato di sfoglia e, il ripieno, si caratterizza per la sola presenza del polpo. Infine, la pizza non prevede coperture, lasciando che il condimento si poggi direttamente sulla passata di pomodoro e cuocia direttamente con il calore del forno. La pizza ai frutti di mare si può conservare in frigorifero per un paio di giorni, essere consumata subito calda oppure fredda dopo un po’ di tempo, rendendosi ideale come piatto estivo, magari accompagnata da un buon calice di vino bianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...