Un casertano nel team di progettazione della nuova stazione metro di New York

Maurizio Guariniello

Fuga di cervelli, ma non solo.

A volte i nostri concittadini portano valore all’Estero, e svolgono un ruolo attivo nel miglioramento del territorio.

Stavolta è successo a New York.

 

Si tratta della Moynihan Train Hall della Penn Station, ed è il giovane ingegnere Giuseppe Maione, originario di Teano, ad essere parte del team che ha lavorato alla progettazione.

Il giovane si era trasferito a New York per studio, ed è poi rimasto a vivervi.

 

Un progetto teso a ottimizzare il transito dei passeggeri e l’esperienza stessa di coloro che attraversano la città. Un grande investimento, per un totale di più di 1.5 miliardi, con una maxi struttura che ospita l’alto lucernario che darà visibilità alle opere artistiche secondo quanto voluto dal sindaco Cuomo.

 

Ma anche una riqualificazione di un’area che era caduta in disuso ed era guardata con sospetto dagli stessi cittadini della Grande Mela.

 

Quella appena realizzatasi è la prima fase durante la quale si è lavorato ad un’entrata della stazione metro.

Prevista una seconda fase del progetto (caratterizzato da tempi sfidanti, solo 1 anno e mezzo di tempistica complessiva) in cui si lavorerà a nuove entrate, e sempre con l’obiettivo di migliorare la funzionalità della stazione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu