Tutti i soldi di Dolce & Gabbana: pro e contro del mega evento

Tutti i soldi di Dolce & Gabbana: pro e contro del mega evento
Vota questo articolo

Napoli è nell’occhio del ciclone per la sfilata che occuperà le strade cittadine. Di certo si tratta di una grande opportunità, ma quali saranno i costi?

Il conto alla rovescia è agli sgoccioli: manca solo un giorno all’inaugurazione dell’evento fashion che dal 7 al 10 luglio si terrà a Napoli per la presentazione della campagna autunno inverno 2016-2017 firmata Dolce & Gabbana, con annessi festeggiamenti privati per il 30° anniversario della maison. Come per ogni grande evento, anche in questo caso si prevedono spese esorbitanti e un’ingente somma di denaro destinata alla città, ma non mancano le polemiche e i malumori.

PRO: guadagni e visibilità per Napoli

È indubbia la ricaduta positiva in fatto di immagine che un tale evento avrà sulla città, che sarà sulla bocca della stampa internazionale per quattro giorni, attirando così l’interesse dei curiosi e degli amanti della moda di tutto il mondo e mettendo in ombra capitali mondane come Parigi o New York. Oltre alla gloria e alla rinomanza, di fronte alle quali i più scettici potrebbero storcere il naso, non si può ignorare il forte tornaconto economico: gli stilisti hanno infatti stanziato 40mila euro per servizi accessori di polizia municipale e netturbini, 50mila euro in donazione alla zona dei Decumani e 15mila euro di locazione per Castel dell’Ovo. Secondo i rumors, gli stilisti avrebbero anche contribuito al restauro del campanile della chiesa di San Gregorio Armeno e alla pulizia della basilica di San Paolo Maggiore, oltre ad interventi di abbellimento e funzionalizzazione che interesseranno il Castel dell’Ovo ed altri siti storici. Non mancheranno risarcimenti a negozi e bar del centro storico e del Borgo Marinari, che in quei giorni saranno privati dell’abituale flusso di clienti a causa dei dispositivi di traffico temporaneo che limiteranno la circolazione di veicoli e pedoni. Infine, non è da trascurare il lavoro che terrà impegnati artigiani, designer, fornitori di servizi napoletani, società di noleggio che trasporteranno gli ospiti in navetta in giro per la città e il personale degli alberghi di lusso che, con le loro circa 400 camere prenotate, avranno un bel da fare.

CONTRO: disagi e perplessità

Messa per un attimo da parte l’euforia da sovreccitazione collettiva, restano i dubbi: cosa succederà dopo che Napoli sarà investita dal suo attimo di notorietà? Ritornerà tutto come prima, tra l’indifferenza e i problemi quotidiani che rendono spesso invivibile la città, oppure si cercherà di sfruttare una simile occasione per dare un segnale di miglioramento? Il blocco del centro storico causerà senza dubbio notevoli disagi ai cittadini e agli esercenti della zona, e sarebbe opportuno ripagare questo sacrificio con strade più pulite, riduzione del traffico e del disordine, maggiore efficienza del trasporto pubblico etc. Per permettere tutto ciò, penseranno tutti, servono fondi. Tuttavia, il Comune di Napoli ha deliberato, contro il parere della Ragioneria generale, la concessione gratuita dei suoli per l’utilizzo di centro storico e Posillipo, quando normalmente  il Cosap, ovvero il Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche che il Comune di Napoli chiede ad ogni soggetto privato, ammonta a 37mila euro. L’occupazione dello spazio pubblico comporterà anche l’inagibilità delle strisce blu a pagamento e delle piste ciclabili, la pulizia delle strade da parte della ditta Asia e il servizio di Polizia Municipale incaricato di deviare il traffico nei giorni delle sfilate.

Non è possibile pronunciarsi su come si svolgerà l’evento e su quali disagi effettivamente ci saranno. Per il momento bisogna tener conto dei guadagni economici e di immagine che coinvolgeranno la città e che, speriamo, rappresentino un primo passo verso una più attenta manutenzione del patrimonio cittadino e una maggiore vivibilità dello spazio pubblico.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu