Tragedia a Napoli: Salvatore, 21 anni, precipita mentre pulisce un ascensore

Grande Napoli
Tragedia a Napoli: Salvatore, 21 anni, precipita mentre pulisce un ascensore
Vota questo articolo

 

Dramma nel cuore di Napoli quando, intorno alle 13.40 di questo pomeriggio, in via Duomo, Salvatore Caliano è precipitato dal quarto piano mentre era intento a pulire un ascensore di uno dei palazzi della zona. Gli avevano promesso 35 euro in cambio e nessuno si sarebbe mai aspettato che proprio in quell’ascensore il ragazzo 21enne avrebbe trovato la morte.

 

 

Salvatore amava la vita e aveva una vera passione per il calcio, un grande amore che aveva ereditato dal padre, un ex calciatore napoletano. La vittima, infatti, era figlio di Gigi Caliano attaccante mancino molto apprezzato nelle serie minori (oltre 400 reti fra i dilettanti) che ha militato in diverse squadre dell’hinterland napoletano come il Savoia, l’Ischia, il Giugliano ma anche fuori dalla provincia è dalla regione con Cavese e Campobasso

 

«È rimasto a terra per lungo tempo – racconta una residente a IlMattino.it – lo abbiamo caricato sull’ambulanza dopo insistenti telefonate, lo abbiamo visto lì a terra ed abbiamo capito che la situazione era davvero critica». Tutti i residenti definiscono Salvatore «premuroso e gentile», «non sapeva dire di no» dice un esercente della zona, un «no» che probabilmente lo avrebbe tenuto ancora vivo agli occhi dei suoi cari.

 

Una morte che colpisce come un pugno in faccia e apre una ferita profonda per l’intera comunità che tanto era legata al giovanissimo Salvatore e alla sua famiglia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu