Terrore in Campania, uccide la moglie e inizia a sparare sui passanti dal balcone

Grande Napoli
Terrore in Campania, uccide la moglie e inizia a sparare sui passanti dal balcone
Vota questo articolo

Terrore a Bellona, nel casertano, dove un uomo di 48 anni, Davide Mango, si è affacciato al balcone della sua abitazione e ha iniziato a sparare verso la strada con un fucile; almeno 5 le persone ferite, nessuna in pericolo di vita, tra cui il comandante della stazione dei carabinieri di Vitulazio. L’uomo si è barricato in casa, in via Cafaro. I carabinieri stanno cercando di convincerlo alla resa. Mango sostiene di aver ucciso la moglie, i carabinieri dell’arma stanno tentando una mediazione per cercare di fermare la follia omicida dell’uomo.

“C’è tuo figlio che ti aspetta nell’ambulanza. Vieni. Hai due pistole e due fucili e noi non possiamo venire da te”. Così l’ufficiale del reparto operativo dei carabinieri di Caserta sta cercando di negoziare con il 40enne Davide Mango, oggi che a Bellona ha sparato dal balcone della sua abitazione ferendo alcune persone e si è barricato in casa. L’area dove è in corso il fatto è stata circoscritta da numerose auto dei carabinieri e della polizia. Il gruppo dei carabinieri del reparto operativo che sta negoziando con l’uomo ed ha trovato riparo dietro ad un muretto per evitare di essere colpiti dall’uomo.

FN, è stato sostenitore, mai militante  – “Pur esprimendo tutta la nostra tristezza per l’accaduto, è giusto” precisare: “Davide Mango è stato sì per un periodo nostro sostenitore ma mai militante attivo”. Lo dice in una nota sulla sua pagina Facebook la sezione casertana di Forza Nuova, che interviene sulla vicenda in corso a Bellona, nel Casertano, dove il 48enne Davide Mango, la cui foto compare su Facebook con tanto di bandiera di Forza Nuova alle spalle, ha ferito alcune persone sparando con il fucile dal balcone della sua abitazione. “I suoi rapporti con Forza Nuova – prosegue la nota – si limitavano al presenziare a qualche cena di finanziamento; non ha mai agito né fatto parte dei quadri militanti. Detto ciò è giusto precisare che si parla di un periodo di tempo superiore ai 6 anni trascorsi. Che non si usi una tragica vicenda personale per tirare fango e menzogne su tutto il Movimento e su tutti i nostri Militanti” conclude il post.

 

Fonte Ansa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu