Terremoto Centro Italia, Napoli pronta a dare una mano!

Grande Napoli
Terremoto Centro Italia, Napoli pronta a dare una mano!
Vota questo articolo

In costante crescita il numero delle vittime, al momento sono 21 i morti accertati e almeno 100 i dispersi

Cento scosse di terremoto si sono susseguite nel centro Italia dalle 3.36 di stamane, quando il centro Italia è stato colpito da un violentissimo terremoto. La scossa più forte è quella con epicentro vicino Rieti alle 3.36, di magnitudo 6.0. Alle 4.42 e alle 4.43 altre due forti scosse in provincia di Perugia, di magnitudo 5.1 e 5.4. In precedenza un’altra scossa di una certa entità era stata registrata alle 3.56 a Rieti (magnitudo 4,4).

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, fa sapere, dai suoi profili social, che Napoli è pronta a dare una mano alle popolazioni colpite:

Solidarietà e sostegno alle comunità colpite dal violento terremoto di questa notte. Cordoglio profondo per le vittime. Napoli vi sarà vicino!”

Il sistema della Protezione Civile del Comune di Napoli è già in allerta operativa per mettersi a disposizione di eventuali richieste di uomini e mezzi che dovessero giungere dalle zone colpite dal terremoto.
E’ già giunta infatti la richiesta di 4 grossi automezzi per la rimozione delle macerie che saranno immediatamente messi a disposizione della Protezione civile Nazionale
Lo ha dichiarato il Vice Sindaco con delega alla Protezione civile del Comune di Napoli, Raffaele Del Giudice

In costante crescita il numero delle vittime, al momento sono 21 i morti accertati e almeno 100 i dispersi.

Il terremoto di oggi “è paragonabile, per intensità, a quello dell’Aquila“: lo ha detto il capo del Dipartimento Protezione Civile Fabrizio Curcio. “Un terremoto di magnitudo 6.0 si porta dietro una coda di repliche sismiche sicuramente numerose però non si può escludere che ci possano essere scosse paragonabili a quella principale“,ha aggiunto Andrea Tertulliani, sismologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, “stiamo parlando di un’area ad altissimo rischio”. “Ogni sequenza ha un suo comportamento particolare – ha continuato Tertulliani – però non possiamo escludere che finisca qui oppure che continui in altro modo“.

 

Intanto, serve sangue di tutti i gruppi sanguigni per aiutare i feriti vittime del terremoto. Lo afferma l’Avis Provinciale di Rieti sul suo profilo Facebook. “A causa del terremoto avvenuto questa notte urge sangue, di tutti i gruppi sanguigni. Dalle 8 alle 11, all’ospedale de Lellis di Rieti. Portate documento di identità e codice fiscale. Grazie a tutti”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu