Tangenti e appalti, raffica di arresti all’ospedale Santobono

Grande Napoli
Tangenti e appalti, raffica di arresti all’ospedale Santobono
Vota questo articolo

L’Indagine sugli appalti nella sanità campana condotta dai pm Woodcock, Carrano e Parascandolo,  sta scatenando una serie di arresti e perquisizioni a Napoli. La polizia di Stato di Napoli sta eseguendo l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, a carico di amministratori di strutture pubbliche partenopee, legali rappresentanti di imprese e imprenditori ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di corruzione, turbata libertà degli incanti, tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Oggetto delle indagini, e degli approfondimenti investigativi svolti, appalti presso l’azienda ospedaliera di rilievo nazionale Santobono-Pausilipon e appalti presso l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

Ai domiciliari l’avvocato Guglielmo Manna, il marito della giudice Anna Scognamiglio, già coinvolta nel filone sulle presunte induzioni indebite alla vigilia della decisione sul l’applicazione della legge Severino al governatore Vincenzo De Luca. Coinvolti anche alcuni esponenti della Manutencoop, importante azienda di appalti.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu