A Napoli est arriva il tampone solidale: test low cost per tutti

Maurizio Guariniello

 

Dopo il successo conseguito nel Rione Sanità, sbarca a Napoli est una nuova iniziativa per il tampone solidale. Grazie alla quale tutti i cittadini possono effettuare test per il Covid ad un costo notevolmente ridotto. E per coloro che vorranno, potranno pagare un test anche per quelli che non possono permetterselo.

 

Quest’iniziativa fa seguito alle tante messe in atto durante quest’anno, con i cittadini napoletani a rispondere con la solidarietà all’emergenza, sia sanitaria, sia economica e sociale, del Covid.

 

Più nello specifico, i promotori di quest’ultima campagna sono F.A.S.T. (Farmacisti Attivi sul Territorio) e la Fondazione Famiglia di Maria. Una misura che intende compensare per i prezzi molto alti che i laboratori privati stanno praticando per effettuare il test. E per i quali alcune famiglie hanno investito grosse risorse economiche pur di tutelare la propria salute.

 

L’iniziativa è partita sabato scorso in concomitanza con l’evento “O teng e to dong“, cui hanno partecipato la fondazione Farmacia Centrale Ciamillo e la Fondazione Famiglia di Maria. Per coloro che vorranno partecipare occorre prenotarsi per i sabati a venire.

 

Così scrivono sulla pagina facebook della Farmacia Centrale Ciamillo: “Nell’ottica di aiutare i più deboli, in una situazione così delicata come quella che stiamo vivendo, noi di F.A.S.T. Farmacisti Attivi sul Territorio, in collaborazione con La Fondazione Famiglia di Maria siamo pronti per un’altra missione. Una missione che ha come nemico il Covid. Un nemico invisibile ma che purtroppo c’è.”

 

Ed ancora: “L’iniziativa rientra nella campagna di screening organizzata per supportare la Napoli Est. Il progetto si chiama “Tampone Solidale” e consiste nell’effettuare, con personale medico sanitario autorizzato, tamponi rapidi orofaringei antigienici, che vanno ad indagare sulla proteina virale. Offriamo così la possibilità di usufruire di un tampone ad un costo irrisorio a tutti i cittadini del quartiere. In questa occasione sarà possibile lasciarne uno pagato per chi non può permetterselo. Grazie ad Anna Riccardi per questa nuova sfida, noi di F.A.S.T. siamo orgogliosi di esserci.”

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu