Spiagge nascoste: il fiordo di Crapolla

Valentina Cosentino

La spiaggia di Crapolla è una piccola baia nel territorio di Massa Lubrense che si apre alla fine di un sentiero mozzafiato con viste sul golfo di Salerno.

Il fiordo di Crapolla è una delle tante piccole, incantevoli insenature tra la costiera sorrentina e quella amalfinata, tra la spiaggia di Recommone e Punta Taschiero, compresa nell’Area dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella.

La piccola baia, in frazione di Torca, nel comune di Massa Lubrense, è accessibile o da mare o percorrendo un sentiero con una spettacolare scalinata, di circa 700 gradini, numerati con mattonelle in ceramica dipinta.

Lungo il sentiero si aprono suggestive viste sul golfo di Salerno. Ma le bellezze naturalistiche non sono l’unica attrattiva di questo luogo fatato, infatti, prima di arrivare al mare, si incontra la piccola cappella di San Pietro costruita su strutture preesistenti d i epoca romana e medievale di cui utilizza resti di colonne e murature. Osservando bene la piccola cappella, si possono scorgere residui di quelli che dovevano essere bellissimi affreschi. La tradizione vuole che proprio qui si sia fermato San Pietro in viaggio verso Roma dalla Palestina.

L’archeologia, inoltre, racconta che proprio in quest’area si ergesse un santuario dedicato ad Apollo.

Il sentiero, in alcuni punti, incrocia il torrente Iarito che crea suggestivi giochi d’acqua tra le rocce.

Ma la vera sorpresa, si apre alla fine del sentiero, arrivando al mare. Qui, sulla piccola spiaggetta di ciottoli, addossate alla roccia, le piccole case di pescatori, un pozzo, resti di abitazioni romane e di un antichissimo acquedotto, lasciano davvero senza fiato … e non per la fatica del sentiero!

Come arrivare

A Torca, da cui parte in sentiero per arrivare alla spiaggia del Fiordo di Crapolla, si arriva da Massa Lubrense, percorrendo la strada Massa – Turro fino a Sant’Agata sui Due Golfi, quindi seguire le indicazioni per Torca.

Il sentiero parte proprio dal centro del paese, da via Nula, via Casalvecchio e attraversa diversi suggestivi vicoli, prima di imboccare il sentiero vero e proprio segnalato in blu ungo il percorso. Prima in terra battuta, poi a gradini, circa 700, fino alla spiaggia.

Questo slideshow richiede JavaScript.



Comments to Spiagge nascoste: il fiordo di Crapolla

  • Un paradiso a portata di gambe da scoprire.

    Aldo Menga 24 aprile 2016 11:51 Rispondi
  • Sono rimasto senza parole. Un posto bellissimo che spero presto di visitare.

    Giovanni 14 agosto 2016 15:47 Rispondi
  • Fantastico, ci sono stato qualche settimana fa per la seconda volta. Questa volta non mi sono bagnato …..acqua gelida.

    Francesco Landolfi 14 aprile 2017 15:18 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu