“A coppa a Sant’Elmo vo’ piglià o’ purpo a mmare”, cosa significa e quando si usa?

Il significato di un vecchio proverbio napoletano, capace di infondere saggezza, unendo un baluardo di storia ad una lezione di vita.

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 06 Feb 2024
1339

Nel cuore della tradizione napoletana si annidano espressioni e proverbi che, oltre a farci sorridere, offrono spunti di riflessione profondamente radicati nella saggezza popolare. Uno di questi è l’espressione “a coppa a Sant’Elmo vo’ piglià o’ purpo a mmare”, ma cosa significa ?

Il significato profondo del proverbio “A coppa a Sant’Elmo vo’ piglià o’ purpo a mmare”

Chi conosce la città partenopea capirà all’istante il significato di questo aforisma, ma per chi non ne è esperto, potrebbe essere difficile coglierne il valore. Vediamo quindi insieme cosa vuol direa coppa a Sant’Elmo vo’ piglià o’ purpo a mmare“.

"Sì 'a chiave 'e ll'acqua", a Napoli è un complimento o un insulto?

Il proverbio gioca sull’assurdità di voler catturare un polpo nel mare del golfo di Napoli da una postazione quantomeno improbabile. Situata a circa 250 metri di altezza, la collina che ospita il Castel Sant’Elmo è, decisamente, luogo poco adatto alla pesca.

Il detto ci insegna l’importanza di pianificare con saggezza il nostro percorso verso il successo. Nonostante la forza dell’ambizione, è fondamentale valutare le condizioni e gli strumenti a nostra disposizione per non finire come chi tenta di pescare polpi da una collina.

Un baluardo di storia e cultura, il Castel Sant’Elmo a Napoli

Situato sulla collina del Vomero, il castello è un vero e proprio gioiello di Napoli. Questo castello medioevale è il più grande per estensione della città. Originariamente torre di osservazione normanna, denominata Belforte, il castello si erge a difesa della posizione strategica.

Realizzato con il tipico tufo giallo, pietra di origine vulcanica, offre dalla sua “piazza d’armi”, ovvero la sommità, una vista imparagonabile sul golfo e la città intera.

Lezioni di vita dalla cultura napoletana

in conclusione, “a coppa a Sant’Elmo vo’ piglià o’ purpo a mmare” è molto più di un semplice detto, è una vera riflessione sulla vita. Il castello, con la sua storia, è un simbolo della necessità di radicare i nostri sogni nella realtà.

Ricordiamoci che, nella vita come nella pesca, il luogo e il metodo giusto sono fondamentali per non tornare a casa a mani vuote. Quindi, la prossima volta che qualcuno vi parla di imprese eroiche, o quantomeno improbabili, anche voi potrete dirgli: “a coppa a Sant’Elmo vo’ piglià o’ purpo a mmare“.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...