Scuole del Regno Unito dividono i napoletani dal resto degli italiani. Bufera in atto

Grande Napoli
Scuole del Regno Unito dividono i napoletani dal resto degli italiani. Bufera in atto
5 (100%) 1 vote

L’ambasciatore italiano a Londra fa ricorso formale per eliminare ogni forma di discriminazione contro i napoletani

Quattro sigle per schedate gli italiani:  ITA ovvero italiano. ITAA, ovvero altri italiani «any other»; poi «ITAN», per dire «Italian Neapoletan»;  «ITAS» che sta per «Italian Sicilian».

La vicenda è davvero scandalosa, in pratica, alcune scuole del Regno Unito, all’atto dell’iscrizione, dividono gli italiani napoletani e siciliani dal resto dei nostri connazionali. Insomma, hanno diviso i bambini e gli adolescenti d’Italia figli di emigrati.

Un fatto gravissimo che non poteva non destare l’indignazione dell’ambasciata italiana nel Regno Unito. L’ambasciatore Pasquale Terracciano ha spedito al Foreign Office una «nota verbale» per sollevare il caso che è stato documentato in un certo numero di scuole dell’Inghilterra e del Galles: al momento della richiesta di ammissione on line richiedono ai genitori «di specificare l’etnia e la prima lingua» del figlio. Quasi come una lettera scarlatta per ghettizzare gli studenti del Sud Italia. Un vero e proprio marchio che deve essere rimosso con effetto immediato.

Insomma, la nostra Ambasciata ha colto l’occasione per ricordare che “l’Italia è diventata un paese unificato il 17 marzo 1861″, sottolineando che questa discriminazione è frutto dell’ignoranza di chi vive ancora nell’Ottocento.

Intanto, il Foreign Office ha già inviato scuse formali. Lo riferisce l’ambasciatore d’Italia a Londra, Pasquale Terracciano, precisando di aver ricevuto una telefonata che preannuncia un messaggio formale di scuse scritte dopo la sua nota di protesta di ieri. “Londra fa sapere che i moduli `incriminati´ saranno corretti. Il ministero degli Esteri britannico-  spiega Terracciano- ha reso noto di condividere le nostre perplessità. Vogliono capire come sia potuto succedere, ma intanto s’impegnano a chiedere di modificare quei moduli“.

 

Fonte Il Corriere della Sera



Comments to Scuole del Regno Unito dividono i napoletani dal resto degli italiani. Bufera in atto

  • Gli inglesi sono razzisti nell’anima

    Mariano 12 ottobre 2016 19:01 Rispondi
  • Molti italiani la pensanocome gli inglesi.Ma noi invece di preoccuparci dobbiamo andare fieri della nostra napoletanità. Ci distingue dagli altri eci rende unici al mondo. Grazie

    ottavio amodio 13 ottobre 2016 20:09 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu