A Santa Lucia nu passe ‘e gallina, a Sant’Aniello nu passe ‘e pecuriello: il detto

Curiosità
Articolo di , 13 Dic 2020

 

È iniziato il conto alla rovescia per il Santo Natale. L’inverno avanza, le nostre giornate uggiose sono sempre più spesso scandite dalla pioggia e dal buio. Con la stagione fredda ed il cambio dell’ora, il tempo di scaldarci al sole è sempre più ridotto. Ma da un giorno di metà dicembre, si dice che qualcosa cominci a cambiare.

 

Santa Lucia e Sant’Aniello

Santa Lucia è la protettrice degli occhi e della vista ed è celebrata in grande nel nord Italia: i bambini attendono con ansia l’arrivo della Santa il 13 dicembre, che in groppa all’asinello, porta i doni, proprio come la Befana.  Sant’Aniello, invece, è il protettore delle partorienti e dei marinai ed è un santo tutto partenopeo; parte delle sue reliquie sono, infatti, conservate nella cappella del Tesoro di San Gennaro. Entrambe le ricorrenze di questi due Santi ricadono nel mese di dicembre, una il 13, l’altra il 14 ed entrambi sono protagonisti di un celebre detto della lingua napoletana: “A Santa Lucia nu passe ‘e gallina, a Sant’Aniello nu passe ‘e pecuriello

 

Ma qual è il significato di questo celebre detto?

Secondo il calendario Gregoriano, entrato in vigore nel 1582, il solstizio d’inverno ricadeva proprio il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia, da allora confermato e riconosciuto come il giorno con meno luce in assoluto dell’anno. Da qui il detto italiano “Santa Lucia il giorno più corto che ci sia”.

Il calendario Giuliano, promulgato precedentemente, noto come “calendario solare” e sostituito dal Gregoriano, era in vigore nell’antica Roma e riconosceva il giorno 13 dicembre come il giorno più corto dell’anno, subito dopo il quale piano piano si sarebbero allungate le ore di luce.

Ed ecco che si spiega il detto: a Santa Lucia il giorno comincia ad allungarsi tanto quanto un passetto di gallina, a Sant’Aniello la luce ed il passo si allungano tanto quanto quello di un agnellino.

 

Insomma, servendoci dei passetti dei due animali, ci accorgeremo che dal giorno di Santa Lucia cominceremo a guadagnarci qualche minuto in più della tanto agognata luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...