Ruoto di patate al forno, il segreto per farle belle croccanti e dorate

Grande Napoli
Ruoto di patate al forno, il segreto per farle belle croccanti e dorate
Vota questo articolo

Un piatto in cui le mamme e le nonne napoletane sono delle vere maestre. Ecco il trucco che fa la differenza!

Le patate al forno sono sicuramente il contorno preferito da adulti e bambini. Una specialità delle mamme e le nonne napoletane che le sanno fare cosi dorate e croccanti da renderle un contorno fisso nei pranzi domenicali in famiglia. Ma sapete quali sono tutti i trucchi e i segreti che fanno la differenza? Per delle patate croccanti e dorate fuori, ma morbide e gustose dentro, seguite il nostro procedimento e, mi raccomando, fate particolare attenzione agli errori da evitare.

Procedimento:

Pelare le patate, lavarle e tagliarle a spicchi non troppo sottili. Sistemare le patate in una ciotola capiente coperte con acqua fredda e far riposare per circa 15 minuti avendo cura di cambiare l’acqua due volte per eliminare l’amido

Portare a bollore abbondante acqua, aggiungere un cucchiaio di sale e l’aceto. Accendere il forno a 200 °C. Quando l’acqua bolle, aggiungere le patate scolate e far cuocere 5 minuti da quando riprende il bollore. Scolare bene le patate, metterle in una ciotola e condirle con un filo di olio evo, regolare di sale e pepe, aggiungere l’aglio sbucciato diviso in tre parti, unire le erbe aromatiche spezzettate e mescolare il tutto per far ben insaporire. Rivestire con carta forno una placca e sistemare le patate senza sovrapporle Cuocere in forno già caldo per circa 20 minuti, le patate al forno devono risultare ben dorate .Servire le patate croccanti calde.

I SEGRETI per le patate al forno perfette sono: far cuocere le patate in acqua bollente per pochi minuti (servirà ad ottenere una crosticina croccante durante la cottura in forno ), aggiungere l’aceto (per farle rimanere chiare e garantire una bella doratura)

Errori da evitare:

1. Usare patate vecchie : Se volete che le patate diventino croccanti e, soprattutto, non si incollino fra loro, non dovete scegliere varietà farinose. Questa caratteristica è pressoché assente nelle patate nuove mentre in quelle vecchie, grosse e polverose, l’amido abbonda.

2. Metterle subito in teglia: Bisogna invece metterle in ammollo appena tagliate per togliere ulteriormente amido per poi passarle in acqua bollente leggermente salata, per non più di 5 minuti, per rendere l’esterno delle patate più compatto, meno incline a rottura

3. Condirle poco: impossibile renderle croccanti e dorate se poco condite, bisogna invece assicurasi che l’olio copra tutto lo spicchio di patata, ovviamente senza esagerare

4. Ammassarle: errore da evitare assolutamente, nella teglia le patate ci devono stare comode e non ammassate l’una sull’altra, c’è il rischio di farle rompere e renderle quasi lesse

5. Non stare attenti durante la cottura: Anche se la cottura al forno  dà maggior margini di libertà, bisogna sempre stare attenti a dare una mescolata se necessario, spesso la temperatura del forno non è costante e capita che in alcune zone la teglia si riscaldi di più. E’ bene assicurarsi che la cottura sia omogenea.

 

 

Fonte Giallo zafferano



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu