Ricercatrici della Stazione Zoologica Anton Dohrn, scoprono molecole per combattere infarto e Ictus

Paola Palmieri
Ricercatrici della Stazione Zoologica Anton Dohrn, scoprono molecole per combattere infarto e Ictus
Vota questo articolo

Ricercatrici scoprono molecole per combattere infarto e Ictus

 

Secondo uno studio effettuato da due ricercatrici della Stazione Zoologica Anton Dohrn in collaborazione con l’università di Chieti, nei ricci di mare sono presenti molecole “amiche del cuore” cioè che potrebbero combattere infarto e ictus.

 

Lo studio condotto da Imma Castellano e Anna Palumbo, ha evidenziato che in laboratorio alcune molecole di origine marina chiamate ovotioli, prodotte dalle uova dei ricci di mare, hanno la capacità di ridurre la formazione delle placche aterosclerotiche. Svolgendo così una funzione antinfiammatoria perché contrastano i radicali liberi nelle cellule umane ed incrementano i livelli di ossido nitrico, che favorisce il flusso sanguigno e la funzionalità del sistema vascolare.

 

La scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica Oxidative Medicine and Cellular Longevity. Ancora una volta il mare  si rivela una fonte preziosa di risorse molto importanti per combattere gravi patologie.

Inoltre un altro studio effettuato gennaio in cui ha partecipato l’ateneo Federico II e la Stazione Zoologica Dohrn, aveva portato alla luce una scoperta sulla capacità di un batterio marino antartico di contrastare in laboratorio la proliferazione del tumore del polmone non a piccole cellule.

 

(Fonte il Corriere del Mezzogiorno)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu