Riapre un gioiello nascosto nel cuore del centro storico

Grande Napoli
Riapre un gioiello nascosto nel cuore del centro storico
Vota questo articolo

Meraviglia gotica degli inizi del 1200 nel cuore di Napoli

La Basilica di San Lorenzo fu la prima chiesa ad essere ricostruita secondo l’inconfondibile stile gotico francese, portato a Napoli da Carlo I e dal seguito di architetti e maestranze arrivate in città agli inizi del 1200

È proprio nel meraviglioso complesso di San Lorenzo Maggiore che riapre uno dei gioielli meglio custoditi a Napoli: la Sala Capitolare del Complesso di San Lorenzo Maggiore, nella zona tra Piazza San Gaetano e San Gregorio Armeno

La sala Capitolare, ricoperta di volte a vela, è stata realizzata durante il periodo svevo (1234-1266) e fu affrescata da Luigi Rodriguez nel 1608, il quale vi raffigurò, tra l’altro, L’albero francescano in cui è rappresentato sostanzialmente l’albero “genealogico” dei papi, santi, cardinali, dottori appartenenti all’ordine religioso.  Nella sala si svolgevano le riunioni dei frati che discutevano sulle decisioni da prendere legate al funzionamento del monastero. ed inoltre costituivano assemblea i seggi cittadini. L’intero complesso è aperto al pubblico tutti i giorni della settimana dalle 9:30 alle 17:30.

L’ingresso alla Sala Capitolare si apre a metà del lato est del chiostro. È  impreziosita da un portale gotico del secondo quarto del Trecento. Lateralmente è possibile ammirare gli imponenti finestroni a quadrifora  sovrastati da una lunetta ad arco ribassato. In quest’ ultima si riconoscono i residui, frammentari ma riconoscibili (e recentemente restaurati), di un affresco attribuibile ad un ignoto di stretta osservanza giottesca verso il 1340, raffigurante S. Francesco che dà la regola ai Minori e alle Clarisse,staccato anni orsono e conservato all’interno del Museo dell’Opera.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu