Restaurato un rarissimo pianoforte a cristalli del Conservatorio di San Pietro a Majella

Paola Palmieri
Restaurato un rarissimo pianoforte a cristalli del Conservatorio di San Pietro a Majella
Vota questo articolo

Un rarissimo esemplare di un pianoforte a cristallo che risale all ‘800 è stato ritrovato nei depositi della biblioteca del Conservatorio di San Pietro a Majella

Un rarissimo esemplare di un pianoforte a cristallo che risale all‘800 è stato ritrovato nei depositi della biblioteca del Conservatorio di San Pietro a Majella, costruito da un artigiano napoletano che trasse ispirazione dalle musiche eseguite su glassharmonica al San Carlo.

Il pianoforte apparteneva alla collezione Del Balzo, ex governatore del Conservatorio, ed è stato ritrovato in una stanza in fondo alla biblioteca sepolto sotto decine di custodie di altri strumenti. Lo strumento ha una sua meccanica fatta di una coppia di xilofoni rovesciati, con 25 lamine di cristallo ciascuno, accordate per mezzo della differenza di lunghezza e di spessore. I cristalli, percossi dai martelletti di legno mossi dalla tastiera del pianoforte, producono un suono molto particolare.

Il pianoforte è stato restaurato da un’azienda a Milano grazie ad un finanziamento di 50 mila euro della Regione, ed ora è esposto nel Museo del Conservatorio. (Fonte il Mattino.it)

Questo slideshow richiede JavaScript.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu