Addio alla Regina Elisabetta. La Sovrana visitò Napoli due volte: nel 1961 e nel 1980

Il ricordo di Elisabetta è ancora vivido nella memoria di alcuni cittadini partenopei. La Regina ha visitato Napoli due volte: nel 1961 e nel 1980.

News
Articolo di , 09 Set 2022
2267
Foto Archivio Publifoto Intesa San Paolo

Un capitolo di storia si è chiuso: ieri, giovedì 8 settembre 2022, è scomparsa la regina Elisabetta II.

Il Regno Unito e il tutto mondo si stringono nel dolore e salutano, in un clima di profonda commozione, quella che è stata definita la Regina dei record.

Incoronata a soli 25 anni, il 2 giugno 1953, Elisabetta è venuta a mancare nella giornata di ieri a 96 anni, a 17 mesi dalla scomparsa dell’amato consorte Filippo, nella residenza scozzese di Balmoral. Carlo III è l’erede al trono: diventa Re a 73 anni, con la seconda moglie Camilla elevata a regina consorte.

La Regina Elisabetta a Napoli: nel 1961 e nel 1980

Il ricordo di Elisabetta è ancora vivido nella memoria di alcuni cittadini partenopei. La Regina Elisabetta, infatti, ha visitato Napoli due volte, a distanza di 19 anni l’una dall’altra.

La prima volta fu martedì 2 maggio 1961. Una visita breve, di poche ore, introdotta nella visita ufficiale a Roma. L’allora 35enne Elisabetta e il marito Filippo approdarono alle 10 del mattino alla Stazione Marittima di Napoli, a bordo del panfilo Britannia, accolti da 24 colpi di cannone a salve esplosi dal Castel dell’Ovo.

Poi, una tappa voluta dalla sovrana, alla Certosa di San Martino al Vomero. Lungo il tragitto, una folla entusiasta ed emozionata di cittadini napoletani affollava le principali strade della città per salutare i reali d’Inghilterra, tra applausi e fiori. Piazza Municipio, piazza Plebiscito, via Caracciolo, via Orazio, via Manzoni, corso Europa, via Cilea, via Scarlatti, via Morghen e infine San Martino e la Certosa. La Regina apparve estasiata da Napoli: “È una città immensa, bellissima. Dov’è Capri?“, commentò.

La seconda volta di Elisabetta a Napoli fu sabato 18 ottobre 1980. Quella napoletana era la terza tappa della visita ufficiale in Italia. Questa volta, la permanenza durò un po’di più rispetto a 19 anni prima: circa 30 ore complessive.

La sovrana visitò anche gli scavi di Pompei, partecipò a un pranzo ufficiale a villa Rosebery e si fermò a Palazzo San Giacomo: qui, si affacciò da un balcone al terzo piano e salutò la folla accorsa in piazza Municipio. E ancora frecce tricolori, fuochi d’artificio e ricevimento per omaggiare a dovere la Regina dei record.

Un ricordo storico, che fa parte della memoria collettiva dei napoletani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...