Raid nella Sanità, bruciata nella notte la casa del noto artista anticlan!

Grande Napoli
Raid nella Sanità, bruciata nella notte la casa del noto artista anticlan!
Vota questo articolo

Gli bruciano la casa nella notte!

E’ successo nella notte tra lunedì e martedì al Rione Sanità, l’architetto e scrittore napoletano, Diego Nuzzo, si è ritrovato davanti una scenario spaventoso tornando a casa. “Per tutti coloro che il primo gennaio hanno gioito, brindato, festeggiato per l’incendio che ha devastato casa mia ho due notizie: una buona e una cattiva. Quella buona è che siamo saliti di livello. Dall’incendio ‘accidentale’ di capodanno siamo passati a quello doloso”.scrive Nuzzo sul suo profilo Facebook.

Ripercorrendo i fatti, qualcuno ha appiccato il fuoco al portone della sua casa, nel cuore della Sanità, “con il rischio di far saltare in aria tutto il palazzo visto che sono andati a fuoco anche i contatori del gas”.

I vigili del fuoco hanno parlato di “sentori di benzina”.

“Un’intimidazione di chiaro stampo camorristico. Qualcuno non vuole che si ritorni a sorridere, a fare cultura, a stare bene”, continua Nuzzo.

“La cosa non mi sorprende – dice l’artista a La Repubblica – perché io mi occupo di cultura e sono un corpo estraneo nella zona. Lo vedo da come mi guardano quando cammino per strada con i libri sotto braccio o quando vado a comprare il giornale. La normalità infastidisce certa gente. Venerdì scorso ho inaugurato di nuovo casa mia, con persone perbene, senza pistole nelle tasche. La loro è, come la chiamo io, l’invidia dei buoi”.

È giusto darla vinta a queste persone? Io mi sono speso e mi spendo tanto per il quartiere, non voglio abbandonarlo. Ma la situazione, negli ultimi sette anni, non solo non è cambiata, è addirittura peggiorata: la criminalità è cresciuta, e chi è vittima di questo genere di violenze spesso non denuncia neanche, tanto è inutile”.

Non si vuole arrendere Diego: “Non smetteremo di avere entusiasmo, energia, voglia di bellezza, desiderio di condividere, di trasmettere positività. Lo dobbiamo alla vita“.

 

Foto copertina di R.Esposito NewfotoSud



Comments to Raid nella Sanità, bruciata nella notte la casa del noto artista anticlan!

  • totale solidarieta’

    Givanni Di Mella 31 maggio 2017 11:19 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu