Progetto di Riqualificazione Napoli est 2.0: pubblicato il bando di gara!

News
Articolo di , 31 Lug 2019

È stato pubblicato il bando relativo al concorso internazionale per la progettazione degli interventi di riqualificazione Napoli est 2.0. Il progetto che riguarda l’area orientale di Napoli, la parte che collega la città e i territori vesuviani, oggetto di importanti trasformazioni urbanistiche di iniziativa pubblica e privata. Un progetto dal valore di 40 milioni di euro.

Il territorio, luogo di industrie dismesse è un’area ricca di potenzialità. E in futuro nell’area troveranno sede nuove residenze pubbliche e private, attività terziarie, alberghiere, commerciali, secondo quanto previsto dal piano regolatore generale e dai piani urbanistici attuativi.

 

L’Assessore comunale alle Infrastrutture e al Trasporto Mario Calabrese ha dichiarato: “L’intervento è parte del più generale programma di rigenerazione urbana dell’area orientale della città. Obiettivo dell’amministrazione è quello di favorire la rigenerazione urbana di questo territorio mediante la realizzazione di una infrastruttura di trasporto pubblico che consenta il miglioramento dell’accessibilità dell’area e al contempo, la modernizzazione e la riqualificazione degli spazi attraversati”

Inoltre è prevista la realizzazione di una linea di Bus Rapid Transit (BRT) appositamente dedicata inserita in una green-way,  un parco lineare sostenibile, che possa fungere da trait d’union tra la Stazione Centrale di Napoli e l’area di Ponticelli, con particolare riferimento all’Ospedale del Mare.

 

Il percorso attraverserà: l’area di piazza Garibaldi, con il suo tessuto storico e fortemente urbanizzato, quella del Centro Direzionale, sede di uffici e attività direzionali, via Argine, asse portante della prevista riqualificazione, l’Ospedale del Mare, nuova centralità urbana e intercetterà inoltre diversi interventi di trasformazione urbanistica (PUA e PRU), di iniziativa pubblica e privata. Il progetto dovrà prevedere anche il collegamento dell’attestamento della linea tranviaria di via Stadera con il deposito di via Nazionale delle Puglie.

 

L’intervento è contemplato dal Piano urbano della mobilità sostenibile (PUMS), approvato nel livello direttore con deliberazione di Giunta Comunale n.434 del 30 maggio 2016, ed è finanziato nell’ambito del Patto per lo Sviluppo della Città di Napoli. 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...