Il verde torna a cingere il Vesuvio: all’opera il progetto di rimboschimento

Maurizio Guariniello

1300 alberi per donare nuovamente colore al Parco Nazionale del Vesuvio.

Mille e più specie di alberi, quali pini domestici, roverelle, frassini, lecci e corbezzoli tornano a cingere di verde speranza il Vulcano napoletano.

 

È partito venerdì scorso il progetto “Gli alberi del vulcano“, in occasione della Festa dell’Albero. Un’iniziativa promossa dal brand Misura in collaborazione con l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio: obiettivo velocizzare la ricostituzione forestale a seguito del grande incendio che ebbe luogo nell’estate del 2017.

Un piano che contempera la piantumazione non continua di nuclei di vegetazione ognuno dell’estensione di 1000 m2. Vere e proprie “isole” ciascuna con 18 arbusti e 72 alberi di specie locali.

L’intento è prevenire futuri incendi, valorizzare la biodiversità ed assorbire grandi volumi di anidride carbonica.

 

Questa splendida iniziativa si colloca all’interno dei 10 progetti sull’intero territorio italiano “A misura di verde“, iniziativa per l’ecologia sponsorizzata dal marchio Misura. “Così abbiniamo il recupero delle aree boschive, ferite gravemente dagli incendi del 2017, all’esigenza di contrastare i cambiamenti climatici in atto attraverso un efficace esempio di sinergia pubblico-privato. Un grazie sincero al Gruppo Colussi per aver scelto il Parco Nazionale del Vesuvio per lo sviluppo del progetto”, così al riguardo si è espresso Stefano Donati, a capo del Parco nazionale del Vesuvio.

 

(fonte repubblica.it)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu